domenica 21 febbraio 2010

AIUTO!

avrei tante cose di cui parlare, di oggi e dei giorni passati. sanremo, il Filiberto che va a farsi fischiare (bravo chi ha fischiato, io avrei fatto lo stesso) sul palco dell'ariston, i vestiti inguardabili della Clerici esclusi quelli della serata finale, la bellezza ed eleganza sublimi di Rania di Giordania; il lavoro e la mia performance più che positiva di ieri; la voglia di vita all'aria aperta che mi sta prendendo; l'attesa per la sciata che mi aspetta...
insomma, ne avrei. solo che poco fa sono andata su repubblica.it e accidenti a me, ho letto l'articolo sui vaneggiamenti del nano-testa-d'asfalto-che-ride e, pur rischiando il blocco della digestione, ho pensato di condividerlo qui con voi.
ditemi se sono io che non capisco l'italiano o se davvero quello che dice è, per l'ennesima volta, una montagna di balle e *****ate. (traducibile, quest'ultimo aggettivo, a piacimento)
non ho parole. non ho parole.

"...Voglio rassicurare che alle porte non c'è una nuova tangentopoli, ma casi isolati che vanno perseguitati e sanzionati. Noi siamo garantisti ma anche assolutamente attenti su questo argomento". Per questo, continua il Cavaliere "nelle nostre liste non inseriremo nessun personaggio che sia compromesso in modo certo..." (...)
Dopo aver rivendicato la bontà del suo "governo del fare", il premier si trova alle prese con una storia di appalti e corruzione. Per questo evoca complotti: "Come se ci fosse una furia autodistruttrice che annulla i risultati, che travolge tutti gli sforzi che si fanno per migliorare il nostro paese, si cerca di far apparire una delle pagine più nobili della nostra storia recente come una storia di affari sporchi e di corruzione..."

(...)
Chiari i destinatari dell'invettiva berlusconiana: "Ricordate i rifiuti a Napoli e il malgoverno di Prodi? I responsabili di quella pagina sono gli stessi che accusano Bertolaso a cui si dovrebbe fare un monumento".
(...)
Noi abbiamo sempre concesso fiducia ai leader della sinistra, abbiamo sperato in Veltroni, in Bersani, ma alla prova dei fatti ci hanno tradito: le nostre aspettative erano anche aspettative dei cattolici che militano in quel partito e che ora hanno dovuto prenderne atto, che è un partito sempre più estremista e laiscista".

grassetto mio, con chiaro senso ironico-inc***to

6 commenti:

francesca ha detto...

Preferisco leggere gli articoli sul festival! E ho voglia anche di aria aperta!
Francesca

MAURIZIO ha detto...

Intravedo una leggerissima vena polemica in questo post...
Mah...
Sarà un'impressione
:-)
Un abbraccio

Maria Chiara ha detto...

francesca - come biasimarti...!

maurizio - maddai, noooo...perchè dici così? :-)

Anonimo ha detto...

Sarebbe più semplice dedicarci solo ai commenti su sanremo, sempre più inguardabile, ai fischi e a emanuele filiberto.
Sarebbe più semplice e meno stressante.
Ma come si fa a chiudere gli occhi davanti allo scempio della giustizia, dell'informazione, delle regole, della società?
Il tutto dovuto a vizi e disonestà di un piccolo uomo...
Daniele

Maria Chiara ha detto...

Daniele - non so come si faccia a chiudere gli occhi, eppure tanti lo fanno, volutamente o inconsapevolmente ed è, forse, anche questo che "frega" l'Italia!

Anonimo ha detto...

forse Chiara la cosa peggiore di questo paese e che molti non chiudono gli occhi anzi li aprono bene e osannano il tiranno nonostante tutto sperando di accaparrarsi la loro piccola fetta di convenienza...
è un paese in cui non mi riconosco, corrotto e senza carattere, un paese in cui è meglio tentare di diventare "qualcuno" partecipando al grande fratello piuttosto che costruirsi il proprio futuro con sacrifici e carattere
ma quello che non capiscono in tanti è che i partecipanti sono tanti, il vincitore troppo spesso, solo uno, e per ora quell'uno è sempre e solo il nano...

BONO - CAN'T HELP FALLING IN LOVE

nonostante sia cresciuta con Bono, The Edge, Adam e Larry, meglio noti nell'universo mondo come U2, questa versione di Can't help fa...