Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2015

+37 *** CIAO *** WALTER VELTRONI §§§ +38 *** LA MUSICA PROVATA *** ERRI DEL LUCA (o della fine del trentasettesimo e trentottesimo libro nel 2015)

Immagine
sul fronte libri questo 2015 si sta chiudendo in bellezza: per il momento sono a +38 (e indietro, qui sul blog, di due aggiornamenti, ma questi giorni piene di parenti mi hanno tenuta lontana dal web per un po'), quindi a +3 libri rispetto al 2014.
non male!

Ciao di Veltroni non ha eluso le aspettative che avevo sull'autore, di cui ho già letto altro.
ho finito il libro con gli occhi appannati e per me questo è il segnale migliore e più chiaro di un libro che mi ha lasciato qualcosa dentro e che durante la lettura mi ha travolto.
gli occhi si appannano se c'è un crescendo, non all'improvviso.
Valter che ritrova il padre, morto quando lui aveva un anno e del quale non ha ricordo.
padre e figlio si ritrovano in un momento tutto loro, per salutarsi, guardarsi negli occhi da adulti, dove il padre trentasettenne potrebbe essere il figlio di suo figlio.
da leggere, senza ombra di dubbio.

La musica provata.
qui il discorso è molto diverso.
non sapevo molto cosa aspettarmi, non …

+36 *** CHE COSA TI ASPETTI DA ME? *** LORENZO LICALZI (o della fine del tranteseiesimo libro nel 2015)

Immagine
il mio mettermi di punta, oggi, per finire questo libro entro l'anno e portare a casa un libro in più del 2014, è stato in breve sostituito dalla curiosità di saperne di più, vedere cosa succedeva dopo, come era stata messa insieme una storia del genere, come finiva...

una storia geniale.
un romanzo, ma che stento a credere tale: sembra davvero la trascrizione del diario di un vecchio scienziato colpito da un ictus, scritto durante gli ultimi anni della sua vita trascorsi alla casa di riposo.
invece no, è una storia inventata.

finita la storia sono andata a vedere se alle ultime pagine, vicino all'indice, ci fossero specifiche del fatto che fosse una storia vera. e invece no. mi son dovuta ricredere perché nella sovracopertina c'è scritto romanzo. e se è scritto lì, non si scappa.

non conoscevo Lorenzo Licalzi. bravo, m'è piaciuto.
è genovese, meglio ancora!

adesso, visto che sono esaltata, prendo in mano Ciao di Walter Veltroni, e vediamo se ci scappa il trentaseiesimo…

+35 *** LA PIANISTA BAMBINA *** GREG DAWSON (o della fine del trentacinquesimo libro nel 2015)

Immagine
sono in pareggio con i libri letti nel 2014: trentacinque con La pianista bambina, finito due sere fa.

la storia vera di due bambine ucraine che si salvano dalle atrocità naziste compiute nel loro Paese (prologo molto poco conosciuto di quelle fatte poi agli ebrei delle altre nazioni durante la Seconda Guerra Mondiale) grazie al loro genio musicale di pianiste prodigio fin dai primi anni dell'infanzia.

si troveranno a suonare per ebrei rinchiusi, per nazisti che ignorano la loro vera nazionalità e negli anni studieranno in vari conservatori europei, per poi arrivare negli Stati Uniti, adottate da una famiglia appassionata di musica e che si prodigherà perché continuino a perfezionarsi al pianoforte, venendo ammesse ai prestigiosi insegnamenti di uno dei migliori musicisti dell'epoca.

è il figlio della maggiore delle due sorelle a scrivere, seguendo le parole della mamma, dopo anni in cui non aveva più voluto sfiorare l'argomento "guerra" con alcuno.

le storie ver…

+34 *** IL PARTNER *** JOHN GRISHAM (o della fine del trentaquattresimo libro nel 2015)

Immagine
un bel romanzo giallo, rapimenti, fughe, ricerche, presunti omicidi.
un po' di relax da letture impegnate ci voleva.
è un libro avvincente, e fino all'ultimo non sai come possa andare a finire. o meglio, quasi quasi lo si immagina, e invece, pam! imprevedibile anche sul finale.
bravo Grisham, complimenti!
l'ho iniziato col turno, leggende 160 pagine d'un fiato, ma poi ho dovuto tirare il freno perché le ferie erano finite ed è tornata la routine di orari e impegni quotidiani e settimanali.

poco fa ho iniziato La pianista bambina di Greg Dawson, del quale non ho ancora letto alcun libro.
c'entra l'Olocausto, ma non mi preoccupo perché è un argomento che mi è sempre piaciuto e interessato, nella sua tragicità e gravità.

intanto è metà dicembre e non me ne sono nemmeno accorta.
alcun albero o regalino pronto a casa nostra.
quest'anno va così...

Love,
MC

MA NON SENZA LEGGERE

Immagine
"...Nel mare ci sono i coccodrilli non è proprio un libro rilassante, ora ci vuole un libro leggero, leggiti Il Partner adesso: lo divori in due giorni, ti tiene attaccata alle pagine".
con questo suggerimento arrivato oggi direttamente da una delle due zie di Genova, ho preso tra le mani questo romanzo di John Grisham, del quale non ricordo di aver letto altro.

l'ho pescato dalla riserva del non-ancora-letto che ho qui a casa e l'ho iniziato poco fa.
in effetti dopo le prime ventidue pagine sono già curiosa. appena finisco qui, mi ri-fiondo sul divano e vado a avanti.
il maritopreferito è uscito poco fa e farà ritorno solo a tarda sera, quindi riempirò il silenzio circostante (d'oro) immersa nelle pagine.

il pane si sta cuocendo nel forno, fuori è buio da un po' e fa freddo con anche un filo di nebbia sulla città ma a casa si sta al caldo e la cosa migliore da fare, in questi giorni di ferie e in questi momenti da letargo invernale, è sprofondare nella lettu…

+33 *** NEL MARE CI SONO I COCCODRILLI - Storia vera di Enaiatollah Akbari *** FABIO GEDA (o della fine del trentatreesimo libro nel 2015)

Immagine
eccolo qui, un altro libro dal leggere.

dovrebbero leggerlo tutti, soprattutto in Parlamento e a scuola.
in Parlamento: chiarire un paio di cose sul perché questa gente lascia il proprio Paese nel tentativo di lasciarsi alle spalle, cercando di non lasciarci la pelle, una vita-non-vita.

a scuola per fare un esperimento: far capire ai futuri elettori che chi in Parlamento dice di aiutarli a casa loro, dovrebbe esserci portato, a casa loro, con la seguente indicazione: niente soldi, niente telefono, ora torna a casa tua. vediamo quanto ci metti, come fai, se ci arrivi e se ci arrivi vivo.

grande libro, di valore.
neanche a dirlo, proveniente da lei, la libreria delle zie di Genova!

per il dopo, ci penso, non so ancora cosa leggere. ho parecchia scelta, però, e nei prossimi giorni arrivano due libri nuovi dalle zie!

Love,
MC