lunedì 7 dicembre 2009

DAL CARCERE, 22 DICEMBRE 1944


da resistenza italiana.it

Carissimi genitori, parenti e amici tutti,

devo comunicarvi una brutta notizia. Io e Candido, tutt'e due, siamo stati condannati a morte. Fatevi coraggio, noi siamo innocenti. Ci hanno condannati solo perché siamo partigiani. Io sono sempre vicino a voi.

Dopo tante vitacce, in montagna, dover morir cosí... Ma, in Paradiso, sarò vicino a mio fratello, con la nonna, e pregherò per tutti voi. Vi sarò sempre vicino, vicino a te, caro papà, vicino a te, mammina.

Vado alla morte tranquillo assistito dal Cappellano delle Carceri che, a momenti, deve portarmi la Comunione. Andate poi da lui, vi dirà dove mi avranno seppellito. Pregate per me. Vi chiedo perdono, se vi ho dato dei dispiaceri.

Dietro il quadro della Madonna, nella mia stanza, troverete un po' di denaro. Prendetelo e fate dire una Messa per me. la mia roba, datela ai poveri del paese. Salutatemi il Parroco ed il Teologo, e dite loro che preghino per me. Voi fatevi coraggio. Non mettetevi in pena per me. Sono in Cielo e pregherò per voi. Termino con mandarvi tanti baci e tanti auguri di buon Natale. Io lo passerò in Cielo. Arrivederci in Paradiso.

Vostro figlio Armando

Viva l'Italia! Viva gli Alpini!

3 commenti:

MAURIZIO ha detto...

Dietro questo post non c'è solo storia e ideologia. C'è il senso della vita, per chi davvero vuole viverla, sia ora che nella dimensione "eterna".
E' strano, a volte sembra che i pensieri viaggino in sintonia con alcune persone. Ho cancellato un post, i miei pensieri, troppo "intimi", sulla morte, sulla vita oltre la morte, sulla perdita di una persona cara che ti spezza la vita, eppure ti da la consapevolezza che esiste l'eternità... il dono di una "visione" per "fede". Vabbè, forse è il mio è un commento incomprensibile.... volevo lasciarti solo un grazie.
Serena notte

bera05 ha detto...

Come mai ti è venuto alla mente questa lettera?
Forse pensi di entrare a far parte della resistenza e cominci a documentari?
Ho capito!
Ti auguri che lettere così non vengano scritte più!!
Ok sono d'accordo!!
Ciao.
berardo

Emanuele di Alba (CN) ha detto...

Cara Maria Chiara, a me questa lettera ha commosso moltissimo. Grazie per averla postata viene a infrangere le nostre comodità e le nostre piccole certezze, viene ad interrogarci sul senso della vita e sulla missione a cui siamo chiamati. Viene a spazzare via dal nostro cuore le piccole grandi inquetudini che assalgono e terrorizzano la nostra vita quotidiana. Viene ad apririci un orizzonte ALTRO più grande del nostro piccolo io.

Un abbraccio forte a te e al tuo marito preferito.

Emanuele di Alba (CN)

+28 *** 22/11/20196 *** STEPHEN KING (o della fine del ventottesimo libro nel 2017)

ormai è ufficiale: Stephen King è il mio scrittore maschile preferito e potrei anche chiudere così la mia dichiarazione circa questo libro....