martedì 25 agosto 2009

CRONACHE DI VACANZE - 3

10 agosto 2009
Ore 14.50


Dopo una mattina di pioggia a intermittenza e un dopo pranzo di studio delle cartine per la gita di domani, il sole è uscito tra le nuvole. Decidiamo di andare alle cascate del Pisciadù, passeggiata già fatta ma “tanto per sgranchirsi”, non sapendo nemmeno se e per quanto il tempo reggerà. Il maritopreferito deve collaudare gli scarponi nuovi, regalo di compleanno della quipresente, e quale migliore occasione se non una passeggiata di un paio d’ore? Pronti, via! Andiamo!
C'è la solita piccola folla che si dirige verso la radura che precede la leggerissiima salita alle cascate; che poi di cascata ce n'è una sola: perchè allora la chiamano cascate? Boh!
Da là, alzando lo sguardo, si vede benissimo la Torre Exner, dove c'è la famosissima Ferrata Tridentina ed è un continuo guardare con binocolo e zoom della digitale, per scoprire quanta gente c'è e a che punto della scalata si trova...
E' qui inizia a prendere forma in noi la voglia irrefrenabile di tornare lassù, appesi al cavo, con solo la voglia di arrivare in cima e, guardandosi indietro, vedere l'Alta BAdia da tutt'altra prospettiva. Mentre camminiamo ne parliamo e decidiamo che, tempo permettendo, prima del 22 violeremo nuovamente la Exner. Non si può non vlerlo fare, vivendoci davanti per due settimane e camminandoci sotto come stiamo facendo adesso!

per vedere tutte le foto clicca qui
TRENTINO 2009

5 commenti:

Mio Capitano ha detto...

In mio interrogativo era diverso: mi chiedevo perché le chiamassero Pisciadù. Che operazioni fisiologiche si svolgono nei dintorni di quelle cascate? :-)

Maria Chiara ha detto...

Ciao Capitano!
che dirti...mi sa che il significato del nome della cascata è proprio quello che pensi e che comunemente si pensa subito, perchè a guardar bene i vari rigagnoli e la cascata finale sembrano proprio...una pisciatina! :o)
Però mi farò un giro su qualche guida di gite per cercare il significato vero!
ciao!

Extramamma ha detto...

Che brava che sei ad affrontare tutti questi chilometri "tanto per sgranchirti": queste vacanze sono l'ideale di mio marito, se legge il tuo blog pensa di aver sbagliato moglie!
Una volta arrampicava e continua a raccontarlo...però io non conosco bene tutte le cime e gli do pochissima soddisfazione. Adesso anzi mi imparo un po' di noi e stasera a cena lo stupisco!!!

bera05 ha detto...

Foto bellissimeeeeeeeeeeee!! Complimenti! Alcune sono uniche! Oltre alla bravura, ormai già assodata e certificata della fotografa, sarà pure che la bellezza di quei posti è così tanta che aiuta lo scatto bello!!

Ciao.

berardo

PS
Rimango in attesa delle cime!!

Maria Chiara ha detto...

Extramamma - mi piace tantissimo la montagna, quindi il gioco vale altro che la candela!!!!! un saluto!

Bera - grazie dei complimenti, ma come dici anche tu, la bellezza dei posti aiuta!!!
a breve arriveranno anche le cime, tranquillo!!!

+33 *** SE UNA NOTTE D'INVERNO UN VIAGGIATORE *** ITALO CALVINO (o della fine del trentatreesimo libro nel 2017)

la prima definizione che mi viene da dare a Calvino e a questo libro è geniale . non ne trovo altre di più adeguate. solo che c'è un pr...