sabato 22 giugno 2013

SABATO DI PIGRIZIA

quando voglio essere parac...a, ci riesco benissimo.

questa mattina mi sono comodamente alzata alle 8 e mezza passate, dopo un'ora circa di rigiramenti nel letto, avvolta da lenzuolo e copriletto - visto che la corrente che entrava in camera era fresca e lo permetteva-  cincischiando con radio2 accesa al minimo, sentendo pochissimo quello che veniva snocciolato dalle frequenze. dopo colazione ho steso i panni lavati nella notte dalla lavatrice - adoro il timer per programmare il lavaggio, mi dà un senso di soddisfazione ogni volta! - e dopo preparato una torta di zucchine, che si sta cuocendo nel forno.
adesso il decoro casalingo vorrebbe che lavassi il pentolame usato per cucinare, invece con la scusa di venire a vedere in che stato è la carica della nuova batteria del pc, sono qui a cazzeggiare: ho girato a destra e a manca, letto qualche blog, pensato, sognato, imprecato sul fatto che oggi dalle 13 alle 18 lavoro (uff...) e quant'altro...ma continuo a non alzarmi dalla sedia.
sono proprio pigrissima.
per la cronaca, ho riattaccato il pc alla corrente, che la batteria deve ricaricarsi!

ho bisogno di ferie,

Love,
MC

2 commenti:

clacla ha detto...

consolati, che anch'io al mattino non mi alzerei mai...ma è anche vero che durante il giorno non mi fermo più nonostante qualche anno più di te....quel cagnolino è veramente carino.

Marie Claire ha detto...

per fortuna la giornata lavorativa è finita....anche se adesso stiro i panni, quindi anche io non fermo ancora!

+19 *** RACCONTAMI DEI FIORI DI GELSO *** ALINE OHANESIAN (o della fine del diciannovesimo libro nel 2017)

devo ammettere che nel leggere le prime cinquanta pagine ho arrancato un po'; non trovavo il filo del discorso, non mi raccapezzavo con ...