venerdì 24 giugno 2011

RITORNO LAMENTOSO

dopo qualche giorno di latitanza dalla rete per il ricovero del pc in clinica, la quipresente ritorna.
malamente, in realtà, visto che da ieri è in malattia dal lavoro per una botta di febbre devastante, arrivando a toccare ieri pomeriggio la punta dei 38.8°, che manco da bambina. questa notte l'ha passata rigirandosi nel letto in continuazione, non riuscendo a trovare una-posizione-una in cui riuscisse a stare tranquilla e ferma per più di un tot. ossa rotte e mal di testa continuo...una schifezza, insomma...
adesso è sotto effetto di droghe e va meglio, ha anche dormito un po', ma rimane quello stato tipico della febbre latente...

detto ciò, in questi giorni ne sono successe, nel mondo del suo lavoro, nel mondo fuori dal mondo che è quello politico italiano, nel mondo del resto dell'umanità.

al lavoro continua a vedere (e a imparare) tanti NON, già elencati tempi addietro su queste pagine. è brutto, è triste, è anche grave, se vogliamo, ma così è...
per fortuna il pool di colleghi con cui quotidianamente condivide gioie e pene è piacevole, abbastanza saldo, coeso e compatto, quindi non è sola ma certo, avere dei capi un po' più capaci non sarebbe un peccato!

nella politica c'è stata la penosa performance brunettiana che l'ha indignata quanto basta per sapere che se dovesse mai trovarsi davanti (o meglio, sotto i piedi) quel nano amico del nano, una sfilza di insulti, sputi e imprecazioni partirebbe di sicuro dalla QP. (a pensarci questo sarebbe un comportamento da riservare a tutti gli esponenti del governo, comunque...)
porco cane, ma come può essere che un c*****ne del genere sia ministro? come ti passa per il cervello (ammesso che tu ne abbia uno) di comportarti in quel modo? prendi e te ne vai insultando la gente?
oltre che idiota sei maleducato, perchè non rispetti chi ti sta davanti, a maggior ragione sei un Ministro della Repubblica e hai un compito ben preciso, tra cui, e non è proprio una cosa da niente, quello di dare l'esempio.
è anche vero che se si guarda chi è chi ti ha messo lì dove sei, c'è poco da stupirsi. ma questa non può essere una giustificazione, cavolo!

nel mondo del resto dell'umanità, la QP ultimamente se la prende molto con gli automobilisti romani e con i loro colleghi centauri e scooteristi. ha proprio un rifiuto, un rigetto totale per certi atteggiamenti che vede messi in atto sulle strade cittadine. ogni santissima volta che è al volante (o accanto al maritopreferito come passeggera) si imbestia, si indigna, si inc***a come pochi, come se ancora non sapesse che tanto è così e ci sarà sempre un malefico scooter che, piuttosto che stare in coda (non sia mai!) passerà sul cofano senza problemi, pensando, oltre tutto, di essere dalla parte della ragione.
ah, ma verrà la volta in cui prima o poi questi malefici troveranno un vigile urbano 50 metri più avanti che li fermerà e li multerà!
e sarà la volta che la QP godrà!

2 commenti:

Lara ha detto...

Prima cosa: Bentornata Maria Chiara!
Mi dispiace per la tua febbre che mi auguro stia passando.
Poi, che dirti se non che se dovessi mai trovarti davanti (o meglio, sotto i piedi) quel nano amico del nano, voglio esserti vicino???
L'unione fa la forza :)
Un abbraccio e a presto!
Lara

Maria Chiara ha detto...

ciao Lara,
grazie degli auguri...in effetti sto meglio; debolissima, ma meglio, almenos enza febbre (il che non è poco!)
se me lo dovessi trovare sotto i piedi, visto che non sarà su appuntamento, dovrò sfruttare i secondi a mia disposizione, ma sappi che sarà come se fossimo in due, tre, quattro, cinque, sei....
giacchè mi farò forte dello sdegno di molti! :-)

a presto,
MC

+30 *** LA PICCOLA CASA DEI RICORDI PERDUTI *** HELEN POLLARD (o della fine del trentesimo libro nel 2017)

qualche ora fa avevo detto che sarei arrivata in fondo a questo romanzo da femmine e in effetti è successo e in tempi inaspettati.  nonosta...