giovedì 22 settembre 2016

+30 *** TRE SASSI BIANCHI *** LISA GENOVA (o della fine del trentesimo libro nel 2016)

non è un tomo alla Signore degli Anelli, sono 341 pagine, eppure l'ho divorato, questo libro.
amicizia, amore, dolore, morte, sofferenza, risalita...sono (anche) queste cose quelle che si trovano in questo romanzo.
inaspettato, nuovo.
bello.

da leggere?
decisamente sì, sapendo che è un libro positivo, ottimista, che dà speranza e scalda il cuore.

(...) Questo mi porta all'altro motivo per cui sono stato qui. Sono stato qui per te, mamma. Sono stato qui per insegnarti l'amore. (cit. p. 340)

Ora mi dirigo su La simmetria dei desideri di Eshkol Nevo, sempre live from aunts' library

Love,
MC


martedì 20 settembre 2016

+29 *** OUTLANDER - PRIGIONIERO DI NESSUNO *** DIANA GABALDON (o della fine del ventinovesimo libro nel 2016)

matta, la Gabaldon.
matta da legare a una sedia e costringerla a raccontare a voce cosa succede dopo la fine di Prigioniero di nessuno, perché non è possibile intuire tanto dalle ultime righe e poi...BAM...una palata nei denti perché si interrompe lì.
e anche se vai avanti con le pagine dell' e-book, devi accettare il fatto che dopo ci sono sono le note, i ringraziamenti, l'indice...
porca paletta lei!
come diavolo si fa ad aspettare non so quanto prima che esca il successivo?
maledetta...

a parte ciò, non sto provando un senso di vuoto o solitudine, no.
l'ho provato di più un centinaio di pagine dalla fine, a pensarci bene. e chissà perché.

resta sempre meraviglioso ed infinito l'amore tra Jamie e Claire, punto fisso, àncora di salvezza per loro e per molti attorno a loro, fulcro della famiglia, dei figli e dei nipoti. il senso di abnegazione per l'altro, di sacrificio e disponibilità a morire (sul serio) per l'altro, il sentirsi morire senza l'altro accanto...

brava Diana Gabaldon, mi sei piaciuta dall'inizio alla fine...alla semi-fine, per essere precisi, anche se spero che ti stia dando una mossa perché, benedetta donna, non puoi tenere sulla graticola mezzo mondo.

cosa leggerò adesso?
mi butto su colei che fino ad ora non mi ha mai deluso: Lisa Genova, con Tre sassi bianchi. 
così torniamo a scavare nella libreria delle zie di Genova!

Love,
MC

venerdì 16 settembre 2016

+28 *** OUTLANDER - LEGAMI DI SANGUE *** DIANA GABALDON (o della fine del ventottesimo libro nel 2016)

mi sono ritrovata alla fine di questo quattordicesimo libro quasi senza accorgermene e, una volta iniziato l'ultimo (per ora, visto che arriverà un sequel), ho iniziato a provare un senso di smarrimento:

come mi sentirò alla fine dell'ultima pagina di Prigioniero di nessuno?

ho iniziato a capire il punto di vista di chi ha provato un enorme senso di solitudine, una volta arrivata in fondo, tanto da ricominciare subito con il primo libro, a giro.
avevo reputato questo atteggiamento esagerato per un libro, lo confesso, pensando ma daaai su, ma davvero si è sentita sola alla fine? manco fosse stata un'esperienza vissuta realmente, è solo un libro! ma devo ammettere che, arrivata a questo punto della storia, non ho proprio idea di come mi sentirò e di quello che farò.

a dir la verità, sento già una mezza tentazione, in fondo al mio cervello, di rileggermi i primi due libri, che ho divorato in pochissimo, per rivedere alcuni dettagli...

di certo non mi sta venendo voglia di rivedere le prime due stagioni della serie TV.
l'ultimo episodio mi ha parecchio delusa, niente a che vedere con l'intensità del libro, oltre al fatto - non trascurabile, secondo me - che sono stati completamente omessi dettagli fondamentali, richiamati anche nei libri successivi, che in qualche modo caratterizzano i personaggi anche nel futuro (o nel passato? :-) ).

me ne aspetto di ogni, in questo penultimo passaggio.
già con le prime 150 pagine non ci stiamo facendo mancare niente, mi pare...

Love,
MC


sabato 10 settembre 2016

ENGLISH MUFFIN (O AMERICAN?)

questa mattina mi ci sono alzata con la voglia, dovevo inaugurare il fatto apposta per cuocerli - come dicono in Puglia per definire l'oggetto destinato a uno scopo preciso - così ho spedito il maritopreferito in missione per conto di Dio (no vabbè, non fino a 'sto punto...) al supermercato per prendere ciò che mancava nella mia cambusa e ho fatto i muffin.

english muffin, yeah.

ladies and gentlemen...
che poi la ricetta me l'ha data un mio carissimo amico, che la fa da anni e la prende dal libro di un'americana...quindi sono english o american muffin?

quello che siano, mi piacciono troppo e questa volta mi sono venuti proprio bene...

dopo pranzo li devo assaggiare per forza, non posso aspettare la colazione di domani per mangiarli.. :-)

Love,
MC




mercoledì 7 settembre 2016

QUELLO CHE LAVA I BAGNI

si parlava giorni fa, con i colleghi. quei discorsi cretini tipo se ci mandano a casa e qui ci fanno un outlet...

dopo una certa lista di probabili nuove destinazioni d'uso dei metri quadrati al momento occupati dal palazzo dove quotidianamente ci rechiamo, eravamo arrivati al se ci fanno un multisala e ci stavamo già dividendo i ruoli.

io stacco i biglietti, ho detto, così non devo parlare, la massimo devo dire dov'è il bagno! pensando di aver trovato il lavoro migliore tra tutti, dove mi sarei potuta riposare il cervello e le corde vocali, e invece mi sono dovuta convincere che altri colleghi ci avevano visto più lungo di me.
sì, avevano scelto di essere quello che lava i bagni.

ma perché proprio quel lavoro lì?
a questa mia domanda mi è stato risposto così non dobbiamo nemmeno dire dove sta, il bagno. al massimo parliamo da soli con la carta igienica!

applauso.
hanno vinto loro.

Love,
MC

lunedì 5 settembre 2016

DA OGGI IN POI

Probabilmente sono io che ci faccio troppo caso, che sono troppo attenta e pignola. probabilmente é così, non ho altre spiegazioni al fatto che poco fa, guidando, ho pensato che per la mia sanità mentale devo cominciare a tapparmi gli occhi e, sul lavoro, le orecchie.
non riesco ad essere indifferente a tutte le cose a mio parere fatte male, dal guidare una macchina senza mettere la freccia; allo stare a cavallo di due ruote e sorpassare da ogni lato, oltre che viaggiare immancabilmente oltre la linea, spesso doppia e continua, che separa le due carreggiate, invadendo puntualmente la corsia opposta; al fregarsene di chi c'è dall'altra parte del telefono e parlare come se si fosse sempre e comunque dalla parte della ragione solo perché io sono il cliente e quindi sí.
dal momento che non riesco a non far caso a tutte queste cose, mannaggia a me, ho deciso che sí, devo procurarmi una benda bella spessa e nera e un paio di tappi per le orecchie. e chissenefrega se non vedo e non sento: così mi risparmio pure la rogna di rispondere con conseguente economia di fiato e rogne mentali.
direi che sepoffá!

Love,
MC

venerdì 2 settembre 2016

+27 *** OUTLANDER - IL PREZZO DELLA VITTORIA *** DIANA GABALDON (o della fine del ventisettesimo libro nel 2016)

me ne mancano due all'appello, di quelli già pubblicati, per arrivare in fondo.

sta tirando la corda, Diana.
la tira sempre un po' di più ma ogni volta la allenta nuovamente, un pochino, per prendersi un po' di spazio e preparare il successivo balzo in avanti.

oramai inizio a pensare che Jamie e Claire siano immortali e si rivelino tali solo alla fine...

ieri sera ho finito Il prezzo della vittoria facendo un'immersione di due ore e venti di lettura sotto le lenzuola. dovevo arrivare alla fine, non potevo andare a dormire con il tarlo.

per decenza, visto che erano le 0.38, non ho iniziato Legami di sangue ma ce l'ho lì, pronto, sull'e-book, che mi aspetta tra poche ore.

Love,
MC

sabato 27 agosto 2016

+26 *** OUTLANDER - DESTINI INCROCIATI *** DIANA GABALDON (o della fine del ventiseiesimo libro nel 2016)

vado avanti, sempre più avanti, e mi chiedo come mi sentirò quando arriverò alla fine della storia.
sono curiosa di vedere lo stato d'animo che avrò, avendone sentite di ogni, in merito.
probabilmente mi ritroverò un po' fuori dal coro, come solitamente mi capita per fenomeni collettivi come può essere, per un certo tipo di lettori, la saga di Outlander...
vedremo, intanto come sempre, finito uno avanti l'altro: ho iniziato Il prezzo della Vittoria, che son proprio curiosa di vedere quale sia.

nel frattempo sul mondo sta per finire agosto, io sono tornata al centro di ascolto malati psichiatrici da ormai troppo tempo e sono oltremodo già piena dei loro problemi cosmici (quali come mai la connessione dati è lenta? oppure ah ma veramente whatsapp è internet??? e ancora mi dice come si disattiva il wifi sul mio iPhone 38 extra-plus-large, che da solo non riesco a farlo?) mentre altrove la terra trema e ci sono veri problemi, veri dolori, vere difficoltà.

la notte del terremoto abbiamo sentito tutto, la prima scossa delle 3.36 e la seconda delle 4.40 circa.
il letto scrollava, l'armadio cigolava e il lampadario della camera oscillava.
siamo saltati dal letto e ci siamo messi sotto lo stipite della porta deve il muro è portante, come se questo avesse potuto in qualche modo salvare le nostre teste, noi che siamo sua una collinetta, all'ultimo piano di una palazzina di quattro piani...
magari ci avrebbe aiutato a salvarci, ma la stessa casa, la stessa posizione sotto lo stipite, in una casa di Accumoli o Amatrice dubito ci avrebbero risparmiato la vita.

penso a chi non c'è più. a chi aveva progetti imbastiti, a chi avrebbe iniziato le scuole superiori a settembre, a chi era appena arrivato su questa Terra...
ci penso e ringrazio Dio di avermi messa a vivere in un territorio che, tutto sommato, non è a rischio sismico (anche se percepisce molto bene i terremoti vicini...) e penso che la nostra prossima (si spera a breve) casa è là in piedi dal 1929, senza una crepa...e che quindi, forse, sotto le sue pietre non ci moriremo.

Love,
MC

domenica 14 agosto 2016

+25 OUTLANDER - CANNONI PER LA LIBERTA' *** DIANA GABALDON (o della fine del venticinquesimo libro nel 2016)

sono ripetitiva, me ne rendo conto, ma non potendo descrivere niente di quello che succede per rispetto verso chi non sapesse ancora nulla di questa storia, mi limito a dire che:
- novità e colpi di scena in questo undicesimo libro non mancano;
- Jamie e Claire stanno affrontando cose tali che a al giorno d'oggi altri si sarebbero già sparati in autonomia piuttosto che vivere cose del genere;
- non ho proprio idea di cosa potrò trovare nelle prossime pagine di Destini Incrociati.

sì perché, come sempre da mesi a questa parte, finito uno avanti l'altro.
ho ancora la scorta dei libri delle zie di Genova presa a maggio praticamente intatta, non ho toccato quasi niente se non un paio di romanzi.
non ci posso fare niente, sono a un punto in cui devo arrivare fino in fondo (o, almeno, al fondo attuale, visto che zia Diana ne ha concepiti altri due, 'sta disgraziata!) e così tutti gli altri autori devono attendere.
non riesco a fare come dopo i primi tre, in cui mi sono imposta io stessa una pausa per non morire fagocitando la storia!

Corvara - Alta Badia
siamo tornati oggi pomeriggio da una dieci giorni in Sudtirol, finiti troppo velocemente eppure intensi, nonostante il tempo non sia sempre stato meraviglioso come ieri, quando siamo riusciti a fare l'ultima gita con una luce ed un cielo splendidi...
seguiranno specifiche, ora vado che domani si va al mare; cercherò di prepararmi psicologicamente, visto che martedì mi tocca ricominciare al centro di ascolto (=torno al lavoro).

Love,
MC

venerdì 5 agosto 2016

DOVE IL GASOLIO COSTA MENO (almeno un pochino...)

siamo arrivati ieri, qui, a otto chilometri dal confine con l'Austria...dove siamo andati a fare il pieno di gasolio e abbiamo risparmiato circa 9 € sul totale, il che non è poi così poco, considerando il numero di pieni che si fanno in un anno.

a 10°C da questa mattina, non ci scoraggiamo, visto che il freddo conserva e che, diciamocelo, preferisco star qui con scarpe chiuse, pile e k-way piuttosto che a sudare di far niente a Roma! :-)
oggi abbiamo perlustrato Vipiteno e scoperto che esistono yogurt che "in Italia" non si sono mai visti...e che ovviamente sono bontà assolute! 

scrivo dal cellulare, visto che la rete wifi per il pc vacilla e a tratti é disponibile e a tratti no e non ho idea di come questa pagina si presenterà...

Love, 
MC

mercoledì 27 luglio 2016

+24 *** OUTLANDER - NEVI INFUOCATE *** DIANA GABALDON (o della fine del ventiquattresimo libro nel 2016)

ci risiamo.
continuo a dirmi che alla fine del prossimo libro cambierò argomento almeno per un giro (ovvero leggerò un libro che non ha niente a che fare con scozzesi e sassenach) e invece no, ogni volta che finisco un pezzo di questa storia infinita, se non è notte fonda inizio immediatamente il successivo.
così è successo per gli ultimi quattro libri letti quest'anno, e immagino che la manfrina si ripeterò alla fine dell'undicesimo capitolo di Outlander.

si perché, finito Nevi infuocate non ho potuto fare altro che proseguire subito con Cannoni per la libertà.
siamo intorno al 1775, si avvicina sempre di più il gennaio 1776 e l'apparente, possibile....di Jamie e Claire, così come Bree era venuta a sapere prima di...

non posso parlarne, no, non voglio rompere le scatole a chichessia e rovinare aspettative o ipotesi.
con Federica, la mia iniziatrice, rimasta indietro di tre libri, parliamo solo del passato, di quello che per ora ci accomuna: mi morsico sempre la lingua, quando ne parliamo, per evitare di rovinarle alcunché!

questi Cannoni per la libertà sono circa 880 pagine che mi porterò sicuramente in ferie (mancano 15 ore di lavoro, comprese quelle di oggi, alle due settimane di libertà condizionata!) e devo ammettere che per le prime 200 pagine ne son successe di cose: la vecchia zia Diana sa come tener su l'attenzione!

invece mi sono arenata nella visione della seconda stagione in streaming: sarà perché sono già oltre con il romanzo e so già tutto, sarà per altro, non so, fatto sta che sono ferma al decimo episodio...e non sono curiosa di sapere come hanno rappresentato gli ultimi episodi. curioso!

Love,
MC

domenica 24 luglio 2016

COME IL RACCORDO ANULARE

oggi, dopo una giornata fuori porta trascorsa nell'entroterra laziale viste le previsioni meteo che ci hanno tenuti lontano dalle spiagge, siamo rientrati a Roma passando per il grande raccordo anulare.

dalla pace di Subiaco e il Monastero di San Benedetto prima, e dall'aria pura del Monte Livata dove siamo stati a farci un aerosol di ossigeno vero dopo, entrando sulle tre corsie del GRA ho provato un senso di disagio che, ho realizzato, provo ogni volta.
ogni volta che, dopo ore o settimane di evasione, rientriamo a casa passando per il suddetto, mi si bruciano in un istante miliardi di neuroni sani e rilassati.
oggi ho capito perché: il GRA è quel qualcosa che ritrae, con auto e asfalto, lo stato normale della gente: nelle colonne di auto e nel modo di guidare rivedo come si sta in coda alla posta, come si parla al telefono (leggi come mi parlano al telefono), come si scatta di rabbia per un niente, come si è perduta l'educazione...

questa sera questa immagine mi si è costruita davanti agli occhi chiaramente e ho capito improvvisamente lo stato d'animo che ho provato in questi quasi nove anni di vita a Roma, ogni volta che il GRA è stato scenario di rientro a casa.

oggi si è presentata dopo 12 ore fuori casa e di purificazione mentale, e mi è sembrata mooolto poco carina. sarà perché son stanca e necessito - ma davvero - di ferie.
una delle prossime volte succederà dopo vari giorni di lontananza da Roma.

cosa vedrò, l'inferno totale? :-(

Love,
MC

domenica 17 luglio 2016

DOPING NATURALE E GRATUITO

devo dedurre che il mio corpo ami fare addominali, visto che scatena violentemente endorfine soprattutto dopo l'allenamento 6 Weeks - Six Pack Abs Workout della Jillian...
(non sono io ma...le assomiglio! :-) )
questa mattina alle 11 ho iniziato, mentre il maritopreferito era a fare i suoi 45 minuti di corsa fuori ed ora, dopo tre ore, sono dopata che te lo raccomando...

nel frattempo mi ascolto Elisa in una cover di One su Spotify e...scusate...ma godo come un riccio!

a breve usciamo, a vederci un po' di Roma domenicale, senza il casino dei nostri concittadini (che, speriamo, saranno tutti sulla sabbia del litorale) ma solo quello dei turisti, e poi a un aperitivo-cenato-rinforzato per celebrare i cinquant'anni del nostra amico Sandro!

è domenica e mancano ancora dieci giorni lavorativi alle nostre vacanze.
godo ancora.

One Love
One Life
when it's one need in the night
One love
We get to share it
It leaves you baby if you don't care for it...

Love,
MC

venerdì 15 luglio 2016

...PER QUANTO ANCORA?

finalmente un giorno libero dal lavoro decente (il che significa che domani sarò al chiodo dalle alle 13 alle 18, ma vabbè), ovvero dove ho potuto fare un po' di quello che andava fatto ma anche un po' di quello che mi andava di fare.
cucina, pedi-e-manicure, per finire con una mezz'ora di sole in terrazza, che oggi a Roma c'è un clima che lo vorrei sempre, in estate: vento, sole a tratti velato e temperatura di 28° circa. prendere il sole oggi è un piacere!
da metterci la firma, da non chiedere di meglio anche se durerà poco, immagino...

al nord est, dove i miei sono in vacanza, la temperatura è sui 10° (ma sono anche in mezzo alle Dolomiti!) mentre al nord ovest le zie di Genova forniscono indicazioni di 28° al sole.

eppure la giornata è iniziata molto male, con notizie alla radio di cui non capivo il senso, perché colte a notiziario già iniziato: strage in Francia...decine di morti...la Francia di nuovo sotto attacco... sono dovuta andare ad accendere RaiNews24 per capirci qualcosa e farmi prendere dallo sconforto per un po'.

ho subito pensato a Sunday Bloody Sunday.



I can't believe the news today
I can't close my eyes and make it go away
How long, how long must we sing this song?

Non riesco a credere alle notizie di oggi
Non posso chiudere gli occhi e cancellare tutto
Per quanto ancora, per quanto ancora dovremo cantare questa canzone?

Love,
MC



mercoledì 6 luglio 2016

+23 *** OUTLANDER - VESSILLI DI GUERRA *** DIANA GABALDON (o della fine del ventitreesimo libro nel 2016)

la saga prosegue e non dirò nulla di quanto mi è stato raccontato in queste ultime 684 pagine dalla zia Diana...anche perché altrimenti dovrei raccontare tutta la storia dall'inizio.
dico solo che non ho idea di cosa mai troverò negli altri libri, giacché di carne al fuoco ne abbiamo avuta tanta e di continuo...

resto sempre, comunque, toccata dalle dichiarazioni d'amore di Jamie a Claire.
"...se le mie ultime parole prima di morire non saranno ti amo, sarà perché non avrò fatto in tempo, Sassenach...".

cosa puoi dire a uno che ti dice così?
non a uno qualsiasi, ma uno che ti ha sposato venticinque anni prima e ti parla e ti guarda come se ti avesse appena incontrato e appena sposato?

brava zia Diana, mi piace questa tua fissazione con l'amore eterno che metti sempre sulle labbra di Jamie, in un modo o nell'altro, con frasi ogni volta più spiazzanti delle precedenti...
a riguardo la penso esattamente come te, quindi hai la mia stima!

ieri sera a letto ho finito Vessilli di guerra; non ho resistito e ho dovuto iniziare per forza, subito dopo, il decimo libro, Nevi infuocate. 
me ne mancano altri cinque e poi, finalmente, saprò. saprò tutto e potrò uscire dal diciottesimo secolo. mi domando quando indenne...

Love,
MC


martedì 5 luglio 2016

QUATTRO GIORNI PER QUINDICI

dopo quattro giorni di depurazione mentale (leggi lontano dal lavoro) oggi rientro.
è superfluo dire che la voglia sia sotto i piedi...
dice beh ma dai, ti sei riposata per quattro giorni!
dico si si, infatti il riposo è stato tale che mi pare di esser stata via due settimane ma trovatemi qualcuno, anche uno solo, che torna volentieri al chiodo.
se c'è non l'ho ancora mai incontrato e comunque è un matto.

venerdì mare col maritopreferito, otto ore di lettino, orizzonte blu davanti, ebook in mano a leggere il mio Outlander (number 9), sole e ombrellone;
sabato wedding day da Alessio&Francesca, dove ho iniziato sudare da quando mi sono vestita, per smettere alle 20 nella doccia ma va bene così: bellissimi loro e bellissimo tutto - love is in the air;
domenica visita ai miei e poi cena di compleanno da un amico, dove anche qui la perdita di liquidi non è stata proprio nulla;
ieri tutto il giorno con i nipotastri, a entrare e uscire dalla piscina (benedetta!).

insomma, non sono certo stata ferma per quattro giorni, anzi, mi sono decisamente disintossicata il cervello dalle tossine lavorative, anche se
ieri ho captato l'arrivo di magagne lavorative grazie al gruppetto di whatsapp Canna del gas (nome a caso...) messo su tra colleghi, per cui sono già pronta a farmi venir il vomito appena me le sentirò raccontare, condite con strXXXate galattiche che sentirò dai capetti...ma sai che c'è? STIKA!

anzi, vado ad allenarmi un po' con la mia amica Jillian, così mi sentirò ancora meglio oggi e potrò sentire di tutto che niente, niente mi scalfirà.

Love,
MC 

lunedì 27 giugno 2016

...E IL NAUFRAGAR M'E' DOLCE IN QUESTA DROGA

questa mattina alle 9.30 avevo già finito di pulire la casa e alle 9.50 ero pronta davanti a youtube a seguire la mia amica Jillian Micheals e a farmi fare un mazzo tanto col 6 Weeks Six-Packs Abs Workout (leggi 6 settimane per morire, sì, ma con addominali da urlo).

dopo la doccia tra me e me durante l'allenamento (sto scoprendo nuove frontiere del modo di sudare!) mi sono infilata nella doccia (quella vera) per poi venir travolta, poco dopo, dalla dose di endorfine sguinzagliate dalla Jillian.

sono passate tre ore e sono ancora sotto effetto di droga.
tra un'ora esco per andare a lavorare.
mi potrebbe succedere di tutto ma penso non sentirò alcunché: lo stato di doping in cui mi trovo è meraviglioso.
fate quello che volete, niente mi sfiorerà.

ah, alle 18 gioca la Nazionale: confido nel tifo dei miei connazionali per stare in pace un paio d'ore in ufficio!

Love,
MC



venerdì 24 giugno 2016

REPORT METEREOLOGICO

dice "...ma siamo al 24 giugno, ormai, è normale che faccia caldo!"

ed io rispondo "...sì, ma magari non passando da 30° a 38° da un giorno all'altro, con ventiquattro ore di tempo per abituarsi" (che poi ditemi come ci si può abituare a una cosa del genere...)' perché questo è successo, my dears.

oggi che giorno è, venerdì? bene, fino a lunedì abbiamo vissuto nonostante tutto bene: sole caldo ma temperatura buona, 30° e un'umidità che ci avrei messo la firma per avercela sempre così. ogni tanto qualche scroscio d'acqua che però non si lasciava strascichi di afa dietro.

mercoledì s'è sfasciata la magia e abbiamo toccato i 36°, senza negarci l'onore di leggere 38° sul termometro della macchina, anche dopo un po' che andavamo e prendevamo aria, al punto che ci siamo convinti che fossero veramente 38°, perché quello restava scritto sul display. e noi dentro, nell'aria climatizzata a 25°, già in svenimento pensando allo sbalzo di temperatura che avremmo dovuto gestire scendendo. non si sa come ma avremmo dovuto farlo.

oggi invece, per la gioia di grandi e piccini, siamo avvolti da una calotta tropicale carica di umidità.
al momento, alle 20.40, a sud i rilievi sono confusi nelle nuvole grigie, probabilmente già in tempesta, mentre qui a Roma-diciamo-centro boccheggiamo.
hai voglia a fare la danza della pioggia: sudo a lavare i piatti, figurati un po' se riesco e muovermi velocemente...
non si sente nemmeno la bava di un ponentino che solitamente si presenta al calar del sole.

dice "che bella l'estate! finalmente arriva il caldo!"
"nein - rispondo - in qualche modo non mi piace, l'estate. soffro il caldo e oltre un certo livello do' i numeri. e poi dal freddo ci si protegge, dal caldo no".

Love,
MC

PS incommentabile la cXXXXta fatta dagli inglesi ieri. oggi siamo tutti, TUTTI, un po' messi peggio di due giorni fa. Amareggiata.


martedì 21 giugno 2016

+22 *** OUTLANDER - LA CROCE DI FUOCO *** DIANA GABALDON (o della fine del ventiduesimo libro nel 2016)

avanti, sempre avanti, sempre più in alto.
la storia continua.
Jamie è quarantanovenne, Claire cinquantaduenne e la loro vita continua.
continua il loro amore e Jamie è sempre stracotto di lei.
amore oltre il tempo e lo spazio. decisamente.

leggo ancora e sempre su ebook, questa serie è tutta digitale, e leggo appena posso. meno freneticamente rispetto ai primi libri, ma leggo ancora con passione.
sono oltre la metà della storia e ho superato la mia iniziatrice, Federica.
quello appena finito, cinque minuti fa, è il libro sul quale lei si è arenata.
ora devo andare avanti per sapere che succede e per avere io, per una volta, il vantaggio su di lei e dovermi tappare la bocca sul seguito.
abbiamo comunque sempre i precedenti sette libri di cui parlare, in questo senso non ci annoieremo di certo!

questa mattina ho visto la seconda puntata della seconda stagione in streaming.
le conseguenze delle vicissitudini della prima stagione (e quindi del primo libro La straniera) si stanno facendo tutte sentire, Jamie e Claire ne pagano le
conseguenze...

vado subito a iniziare Vessilli di guerra, dove non credo si parlerà serate intorno a fuoco e vita rurale del XVIII secolo, no...

vado, che alle 14.40 devo uscire per andare, ahimè, a fare terapia psicologica ai clienti (ormai questo è il mio ruolo, ultimamente...a saperlo mi sarei laureata in psichiatria!)...ma domani si risorge: MARE con i nipoti!

Love,
MC

martedì 14 giugno 2016

ORE D'ORO

che avessero l'oro in bocca, le ore del mattino, l'avevo già capito tempo fa.
ma che il tempo passasse più lentamente del normale, l'ho scoperto oggi.

ieri sera ho impastato il pane, posto in lievitazione in forno subito dopo e buonanotte.
alle 6.45 questa mattina ho acceso il forno e poi me ne sono tornata dieci minuti a letto, a rosolarmi ancora un po'.
dopo colazione, mentre il forno era occupato dalla pentola di terracotta dove cuocio il pane, ho preparato le zucchine per la torta rustica; uscita la pagnotta, ho infornato la teglia della torta salata.

non contenta, mentre si cuoceva questa, ho iniziato a fare il ciambellone allo yogurt.
fuori uno, dentro l'altro.

mentre l'impasto del dolce sbatteva nella mia meravigliosa planetaria, guardo l'ora e vedo che sono le 9.00!
mi sono sorpresa, perché avevo avuto l'impressione che fosse molto più tardi, valutando quanto avevo fatto fino a quel momento!

diciamo che la giornata sarebbe ottima e potrebbe continuare ancor meglio di così se non dovessi andare a far servizio psicologico al lavoro, oggi pomeriggio, ma non potendo avere tutto dalla vita, non posso che farmi coraggio e andare avanti a testa bassa.

mi accontento, per questa settimana, di essere in ferie venerdì, così mi faccio un bel fine settimana lungo...ad assistere parenti in recupero delle forze fisiche!

Love,
MC



domenica 12 giugno 2016

+21 *** OUTLANDER - PASSIONE OLTRE IL TEMPO *** DIANA GABALDON (o della fine del ventunesimo libro nel 2016)

continuo ad andare avanti con questa storia infinita...
non riesco a immaginare cosa verrà dopo e succede a ogni libro, a ogni pagina.
ci sono quindici libri in tutto (in Italia, perché nel resto del mondo sono otto...) e la signora Gabaldon pare stia scrivendo il nono e pensando al decimo libro della serie.
mi domando cosa farà fare a questi due eroi, Jamie e Claire. che li faccia resuscitare? che siano immortali?
staremo a vedere, intanto ho già tutti  i libri fino al quindicesimo lì pronti, sull' e-reader.
l'8 giugno ho finito Passione oltre il tempo e ho immediatamente iniziato La croce di fuoco. 

ho raggiungo e superato nella lettura la collega che, ahilei, mi parlò per prima di Outlander qualche mese fa.
dice che ha trovato La croce di fuoco lento, all'inizio pieno dei nomi dei partecipanti all'adunata scozzese in suolo....straniero (non posso dire niente, non voglio rovinare la scoperta ad alcuno!)
leggendo, nei giorni scorsi, in qualche punto ho faticato anche io (forse mi sono lasciata influenzare dalla mia collega) poi però ho superato lo scoglio e sono andata avanti.
sono a pagina 215, ma sarei andata oltre, ieri sera: mi sono fermata per decenza e per permettere al mio cervello di dormire e ritemprarsi per almeno sette ore.


come avevo già detto, mi sono iscritta in un gruppo di Facebook - dove ho trovato informazioni utili per vedere la prima stagione della serie tv su internet - che è per lo più frequentato da invasate tali da arrivare, una di queste, a tatuarsi Sassenach nell'interno del dito anulare destro.
questo è come Jamie chiama Claire dal primo momento in cui la vede e le parla: lei inglese, straniera, in mezzo alle Highlands scozzesi (vedi lezione sotto, direttamente con Jamie - il secondo dei due!).


ora, io capisco tutto: la lettura del romanzo ti fa appassionare, ti piace Jamie come personaggio e sicuramente l'attore che lo impersonifica nella serie tv, per carità...maddai, mi sembra un po' esagerato.
cioè posso capire, alla lontana, una che si tatua il nome di un cantante, un attore, ma quello è pur sempre uno che esiste, una persona vera!
Sassenach è il nomignolo che Jamie usa per chiamare Claire...ma Jamie non esiste, è un personaggio di fantasia, impersonificato da Sam Heughan, ma è fantasia pura e basta! boh!
contenta lei!

ora vado...a leggere! :-)

Love,
MC


venerdì 3 giugno 2016

+20 *** MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI *** GIACOMO MAZZARIOL (o della fine del ventesimo libro nel 2016)

non ho niente da dire su questo libro se non che va letto.
Giacomo ci racconta di Giovanni, suo fratello, nato con super poteri.
un super eroe speciale, che trasforma tutto quello che gli sta intorno, le persone soprattutto.
sorridi, ti commuovi, ti diverti e ti immedesimi anche, in certe descrizioni.
Giacomo scrive come se parlasse, nella freschezza dei suoi 19 anni, ti porta in casa con lui e la sua famiglia, a scuola, in giro in bici per Castelfranco Veneto con i compagni di scuola...
va letto e basta.
nel frattempo si può anche guardare questo video.

subito dopo, come da tabella di marcia consolidata, ormai, ho iniziato il settimo libro di Outlander - Passione oltre il tempo.

i giovani sono alla ribalta questa volta, dalle prime 100 pagine che ho letto fino ad ora.
i figli grandi vogliono sapere di più sulle loro origini, sulle loro radici, e partono.

nel frattempo vado avanti anche con la visione della prima stagione su internet; sono arrivata all'undicesimo episodio e mi avvicino a uno dei momenti clou nel rapporto tra Claire e Jamie.
quasi non mi dispiace essere sfalsata tra lettura dei libri e visione del film. sapendo cosa succederà dopo, è come se potessi cercare tra le righe delle immagini qualche indizio, qualche dettaglio di quello che sarà poi.
e comunque sì: si devono prima leggere i libri e poi, se esiste, vedere la versione cinematografica della storia, non il contrario. direi che questa è una delle prime regole a cui un lettore deve attenersi! :-)

Love,
MC

giovedì 2 giugno 2016

FUMI DELL' ALCOOL + varie ed eventuali

un bel 2 giugno 2016 sotto la pioggia anche se, c'è da dirlo, non mi ricordo un 2 giugno col cielo sereno negli ultimi anni.
un po' tipo Pasquetta, che è sempre costellata di nuvole e pioggia, o se non piove proprio quel giorno lo ha fatto i giorni prima, e alla grande, così che ogni centimetro di terreno che non sia asfalto è zuppo d'acqua...solo che fare le scampagnate sull'asfalto non è granché.

questa è la giornata più lunga per il maritopreferito, impegnato prima all'altare della Patria, poi in Via dei Fori Imperiali con la parata militare e tra un po' al Quirinale, per il concerto ai Giardini.
per me questo è un giorno quasi come un altro, sempre contornato da altri giorni lavorativi: non esisterà "ponte" per noi in questo periodo dell'anno, finché il maritopreferito lavorerà. infatti domani lavoro, ma chissenefrega, tanto sabato sono libera e poi torno al lavoro direttamente mercoledì.

ci siamo fatti un pranzetto con fettuccine-zucchine-e-speck, verdura, caffè e resentin (pulizia) della tazzina con genepy valdostano.
grazie a questo e al vino rosato bevuto pasteggiando, ora sto vagando con la mente ovattata.
ma quanto mi piace questa sensazione: è come se la testa mi girasse ma in realtà non mi gira, solo è pesante, un po' annebbiata, da sonnolenza ma senza sonno...insomma, mi piace, la riconosco quando arriva (ebbene sì, non è la prima volta che mi capita) e mi rilassa.
sono un po' bevutina, quindi, ma il mio impegno certo nelle prossime ore è stare sul divano a riposarmi, leggendo il libro della settimana (mi sa che oggi lo finisco, Mio fratello rincorri i dinosauri), fare una torta più tardi...posso anche permettermi di stare in compagnia dei fumi dell'alcool per un po'!

ah, nota importantissima: mamma e papà mi hanno anticipato il regalo di compleanno con una MERAVIGLIOSA planetaria Kenwood.
"se non ti ci sta in cucina, se vuoi la teniamo noi fino a quando andrete a stare nella casa nuova!"
seee, perchè secondo loro avrei fatto il pane a mano fino a data da destinarsi, sapendo di avere un'impastatrice MIA a 30 chilometri da qui...ahahahaah seeee certo!!!
quindi ora 'sta genialata di macchina troneggia sul piano della cucina.
ci ho già fatto il pane una volta e impastato il ciambellone allo yogurt. non serve dirlo ma lo faccio: il pane E' DIVERSO se impastato con la planetaria: lo si vede dalla mollica: omogenea, liscia, piena di buchi...
tutta un'altra storia!
ne sono ufficialmente, definitivamente innamorata!

Love,
MC








lunedì 30 maggio 2016

+19 *** OUTLANDER - TAMBURI D'AUTUNNO *** DIANA GABALDON (o della fine del diciannovesimo libro nel 2016)

la tensione che ho provato leggendo i primi tre libri si è calmata.
la vita che stanno attraversando Jamie e Claire è nuova perché lontano dalla Scozia e tutta da costruire e copre la fase della maturità dei due come persone e quindi come marito e moglie: lui ha ormai quarantasei anni, le circa tre di più, quindi sono pienamente adulti e questo si ripercuote sul loro modo di vivere le passioni, l'amore, il relazionarsi con chi hanno vicino...

ho nel frattempo trovato un sito internet dove poter vedere tutta la prima stagione della serie TV andata in onda su Sky l'anno scorso.
l'ho trovata grazie a un gruppo Facebook dove una schiera di talebane parlano, scrivono, chiacchierano, sognano di Outlander, in una sorta di follia collettiva, più che altro per sbavare davanti alle foto dell'attore che interpreta Jamie.
per carità, niente da dire, bell'uomo, l'ho notato anche io, solo che penso affascini a questo punto più che altro perché il suo personaggio è, come ho già scritto, l'uomo che ogni donna vorrebbe avere vicino: uno che per difendere la sua donna si fa ammazzare, piuttosto, che la guarda per tutti i suoi anni come se la vedesse per la prima volta e con l'ardore del ragazzo ventenne...insomma, metti insieme la faccia di Sam Heugham e le caratteristiche di Jamie...e ci vuole poco a tornare adolescente.

"...you don't have to be scared of me or anyone else here, as long as I'm with you..."
"...non devi aver pausa di me o di nessun altro qui, finché ci sono io con te..."

insomma, grazie a questo gruppo ho trovato questo sito e mi sono già vista i primi sei episodi, in lingua originale sottotitolati in italiano, visto che il doppiaggio in italiano è abbastanza infelice, soprattutto per quanto riguarda la voce di Sam. inoltre seguendo i dialoghi originali, si apprezzano le differenze tra l'inglese scozzese e quello inglese, visto che siamo ai tempi delle rivolte giacobite di metà 1700, e delle botte tra inglesi e scozzesi.

ora, però, penso che mi concederò la solita sosta intermedia, prendendo in mano Mio fratello rincorre i dinosauri di Giacomo Mazzariol, uno stupefacente diciannovenne veneto che racconta di lui e suo fratello Giovanni, che ha un cromosoma in più.

Love,
MC


martedì 24 maggio 2016

+18 *** OUTLANDER - LA COLLINA DELLE FATE *** DIANA GABALDON (o della fine del diciottesimo libro nel 2016)

la saga continua, ma mi piace più definirla la storia di Claire e Jamie.
una saga per me è Il signore degli anelli, non questo romanzo. non so perché, forse mi sembra che il termine saga "sminuisca" il giudizio che gli dò.
ed è sempre un ottimo giudizio, fino ad ora, tanto che sto diventando matta a cercare la prima stagione della serie TV in streaming su internet...ho anche sguinzagliato un amico "smanettone" ma mi sa che dovrò passare al livello hacker, chiedendo aiuto al marito di una collega di ufficio...

ho comunque già individuato che su amazon.com i sei dvd della prima serie sono in vendita a un prezzo più che ragionevole, 22€, quindi a mali estremi, mi butto su quelli.
si, perché vedere spezzettoni di episodi su youtube non mi basta. voglio di più.

intanto questi due continuano ad amarsi incondizionatamente, oltre le difficoltà, lo spazio e il tempo, nuovamente insieme.

questo 5' libro l'ho finito due giorni fa, iniziando (ovviamente) subito dopo il 6', Tamburi d'autunno, dove Jamie si ricorda del loro anniversario di matrimonio, ventiquattro anni prima.
l'ho già detto tempo fa: davanti a un uomo del genere, qualunque donna capitolerebbe!

Vado a leggere!

Love,
MC

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin