domenica 24 maggio 2015

+12 *** FUGA DAL CAMPO 14 *** BLAINE HARDEN (o della fine del dodicesimo libro nel 2015)

non ho parole per descrivere questo libro, letto in 48 ore, se non che è necessario che venga letto.

dovrebbe essere messo nei programmi scolastici delle scuole superiori e chi fosse già andato oltre, tipo me, avere la fortuna di qualcuno vicino (per me le ormai note zie di Genova) che glielo passi per leggerlo.

non è un caso che sia venuto in mano alle zie solo a gennaio di quest'anno e mi sia stato dato a marzo.
capisco adesso la loro urgenza nel farmelo leggere. e di questo le ringrazio.

Shin Dong-hyuk

nonostante la crudeltà della storia, la tragicità, il dolore e la vergogna di far parte della parte occidentale del mondo che, sostanzialmente, non si cura più di tanto (almeno per quanto si sa) della questione nord coreana, questo libro va letto.

c'è tutto il peggio della dittatura nord coreana raccontato da Shin, nato in un campo di lavoro nel 1982 ed evaso all'età di 22 anni.
il nazismo (in quanto regime) è finito da un po'. questa follia orientale, invece, perdura.
fino a quando?

ho assoluta necessita' di tornare a volare basso, adesso.
mi serve un libro leggero, un fumetto, un qualcosa che mi stenda il cervello per la sua insensatezza e inutilità nell'esistere. dopo questa mazzata (importante e, ripeto, necessaria) voglio abbassare la guardia.

procederò con L' amica geniale di Elena Ferrante, uno dei rari libri comprati (sempre per esigenze di spazio casalingo) volume primo di quattro. ne avevo sentito parlare tempo fa, l'ho visto più volte in libreria occhieggiare dagli scaffali...settimane fa l'ho preso con una parte di bonus natalizio.

spero sia necessariamente leggero.

Love,
MC




Nessun commento:

+19 *** RACCONTAMI DEI FIORI DI GELSO *** ALINE OHANESIAN (o della fine del diciannovesimo libro nel 2017)

devo ammettere che nel leggere le prime cinquanta pagine ho arrancato un po'; non trovavo il filo del discorso, non mi raccapezzavo con ...