martedì 23 settembre 2014

+27 *** UN COVO DI VIPERE *** ANDREA CAMILLERI (o della fine del ventisettesimo libro nel 2014)

(...)
" 'N paroli cchiu' povere ancora, l'indagini s' apprisintava come 'na grannissima rottura di cabbasisi".

ecco, a me già solo questa frase mi parla del genio di Camilleri: come riesce a rendere concreto un sentimento, una sensazione, uno stato d'animo del commissario Montalbano, attraverso un italiano contaminato dal dialetto siciliano, lo sa solo lui. 
questa è bravura, non c'è altro da dire!

adesso ho preso in mano Corro perché mia mamma mi picchia di Giovanni Storti, meglio conosciuto come il Giovanni del trio Aldo-Giovanni-Giacomo. 
regalo di Natale al maritopreferito da parte di sua sorella, lui l'ha letto con enorme piacere, così, in attesa del terzo volume della trilogia di Stieg Larsson, ho deciso di prenderlo in mano (ma anche perché tutti gli altri libri di casa...li ho già letti!).

è da qualche tempo inoltre che penso che voglio iniziare a correre. chissà che questo libro mi incoraggi ancora di più a farlo!

Love,
MC

Nessun commento:

+30 *** LA PICCOLA CASA DEI RICORDI PERDUTI *** HELEN POLLARD (o della fine del trentesimo libro nel 2017)

qualche ora fa avevo detto che sarei arrivata in fondo a questo romanzo da femmine e in effetti è successo e in tempi inaspettati.  nonosta...