venerdì 23 dicembre 2011

23 DICEMBRE 2011



ultimo giorno di lavoro, oggi.
ultimo turno, 16-21.
fino all'ultimo al chiodo.
ma oggi, così come ieri, lo spirito è leggiadro.
nonostante le chiamate che arrivano da chiunque, per la gestione in superpool, nonostante la stanchezza, nonostante la voglia di finire il prima possibile e tutto il resto, questa mattina la mente è vuota, aperta, libera, leggera. il primo appuntamento mentale è preparare la polenta trentina per pranzo e poi uscire per andare a lavorare.
dalle 21 di oggi sarò in ferie fino al 9 gennaio 2012. praticamente come a scuola e già penso al trauma dell'8 gennaio sera, quando il giorno dopo dovrò ripartire avendo dimenticato tutto: password, procedure, frasi da dire, nozioni acquisite da mesi...
e invece no.
pensiamo che adesso è il 23 dicembre 2011, che mi aspettano giornate piene di gente e cose da fare (piacevolmente, però) e che quest'anno per il 31 dicembre abbiamo tutte le intenzioni di andarcene in giro per Roma, a prendere il fresco della notte.

Love,
MC

Nessun commento:

+26 *** MA LE STELLE QUANTE SONO *** GIULIA CARCASI (o della fine del ventiseiesimo libro nel 2017)

ho letto questo libro in un paio di giorni, forse tre. ho fatto bene a scegliere di leggere prima la versione di Alice e poi quella di Carl...