lunedì 27 giugno 2016

...E IL NAUFRAGAR M'E' DOLCE IN QUESTA DROGA

questa mattina alle 9.30 avevo già finito di pulire la casa e alle 9.50 ero pronta davanti a youtube a seguire la mia amica Jillian Micheals e a farmi fare un mazzo tanto col 6 Weeks Six-Packs Abs Workout (leggi 6 settimane per morire, sì, ma con addominali da urlo).

dopo la doccia tra me e me durante l'allenamento (sto scoprendo nuove frontiere del modo di sudare!) mi sono infilata nella doccia (quella vera) per poi venir travolta, poco dopo, dalla dose di endorfine sguinzagliate dalla Jillian.

sono passate tre ore e sono ancora sotto effetto di droga.
tra un'ora esco per andare a lavorare.
mi potrebbe succedere di tutto ma penso non sentirò alcunché: lo stato di doping in cui mi trovo è meraviglioso.
fate quello che volete, niente mi sfiorerà.

ah, alle 18 gioca la Nazionale: confido nel tifo dei miei connazionali per stare in pace un paio d'ore in ufficio!

Love,
MC



venerdì 24 giugno 2016

REPORT METEREOLOGICO

dice "...ma siamo al 24 giugno, ormai, è normale che faccia caldo!"

ed io rispondo "...sì, ma magari non passando da 30° a 38° da un giorno all'altro, con ventiquattro ore di tempo per abituarsi" (che poi ditemi come ci si può abituare a una cosa del genere...)' perché questo è successo, my dears.

oggi che giorno è, venerdì? bene, fino a lunedì abbiamo vissuto nonostante tutto bene: sole caldo ma temperatura buona, 30° e un'umidità che ci avrei messo la firma per avercela sempre così. ogni tanto qualche scroscio d'acqua che però non si lasciava strascichi di afa dietro.

mercoledì s'è sfasciata la magia e abbiamo toccato i 36°, senza negarci l'onore di leggere 38° sul termometro della macchina, anche dopo un po' che andavamo e prendevamo aria, al punto che ci siamo convinti che fossero veramente 38°, perché quello restava scritto sul display. e noi dentro, nell'aria climatizzata a 25°, già in svenimento pensando allo sbalzo di temperatura che avremmo dovuto gestire scendendo. non si sa come ma avremmo dovuto farlo.

oggi invece, per la gioia di grandi e piccini, siamo avvolti da una calotta tropicale carica di umidità.
al momento, alle 20.40, a sud i rilievi sono confusi nelle nuvole grigie, probabilmente già in tempesta, mentre qui a Roma-diciamo-centro boccheggiamo.
hai voglia a fare la danza della pioggia: sudo a lavare i piatti, figurati un po' se riesco e muovermi velocemente...
non si sente nemmeno la bava di un ponentino che solitamente si presenta al calar del sole.

dice "che bella l'estate! finalmente arriva il caldo!"
"nein - rispondo - in qualche modo non mi piace, l'estate. soffro il caldo e oltre un certo livello do' i numeri. e poi dal freddo ci si protegge, dal caldo no".

Love,
MC

PS incommentabile la cXXXXta fatta dagli inglesi ieri. oggi siamo tutti, TUTTI, un po' messi peggio di due giorni fa. Amareggiata.


martedì 21 giugno 2016

+22 *** OUTLANDER - LA CROCE DI FUOCO *** DIANA GABALDON (o della fine del ventiduesimo libro nel 2016)

avanti, sempre avanti, sempre più in alto.
la storia continua.
Jamie è quarantanovenne, Claire cinquantaduenne e la loro vita continua.
continua il loro amore e Jamie è sempre stracotto di lei.
amore oltre il tempo e lo spazio. decisamente.

leggo ancora e sempre su ebook, questa serie è tutta digitale, e leggo appena posso. meno freneticamente rispetto ai primi libri, ma leggo ancora con passione.
sono oltre la metà della storia e ho superato la mia iniziatrice, Federica.
quello appena finito, cinque minuti fa, è il libro sul quale lei si è arenata.
ora devo andare avanti per sapere che succede e per avere io, per una volta, il vantaggio su di lei e dovermi tappare la bocca sul seguito.
abbiamo comunque sempre i precedenti sette libri di cui parlare, in questo senso non ci annoieremo di certo!

questa mattina ho visto la seconda puntata della seconda stagione in streaming.
le conseguenze delle vicissitudini della prima stagione (e quindi del primo libro La straniera) si stanno facendo tutte sentire, Jamie e Claire ne pagano le
conseguenze...

vado subito a iniziare Vessilli di guerra, dove non credo si parlerà serate intorno a fuoco e vita rurale del XVIII secolo, no...

vado, che alle 14.40 devo uscire per andare, ahimè, a fare terapia psicologica ai clienti (ormai questo è il mio ruolo, ultimamente...a saperlo mi sarei laureata in psichiatria!)...ma domani si risorge: MARE con i nipoti!

Love,
MC

martedì 14 giugno 2016

ORE D'ORO

che avessero l'oro in bocca, le ore del mattino, l'avevo già capito tempo fa.
ma che il tempo passasse più lentamente del normale, l'ho scoperto oggi.

ieri sera ho impastato il pane, posto in lievitazione in forno subito dopo e buonanotte.
alle 6.45 questa mattina ho acceso il forno e poi me ne sono tornata dieci minuti a letto, a rosolarmi ancora un po'.
dopo colazione, mentre il forno era occupato dalla pentola di terracotta dove cuocio il pane, ho preparato le zucchine per la torta rustica; uscita la pagnotta, ho infornato la teglia della torta salata.

non contenta, mentre si cuoceva questa, ho iniziato a fare il ciambellone allo yogurt.
fuori uno, dentro l'altro.

mentre l'impasto del dolce sbatteva nella mia meravigliosa planetaria, guardo l'ora e vedo che sono le 9.00!
mi sono sorpresa, perché avevo avuto l'impressione che fosse molto più tardi, valutando quanto avevo fatto fino a quel momento!

diciamo che la giornata sarebbe ottima e potrebbe continuare ancor meglio di così se non dovessi andare a far servizio psicologico al lavoro, oggi pomeriggio, ma non potendo avere tutto dalla vita, non posso che farmi coraggio e andare avanti a testa bassa.

mi accontento, per questa settimana, di essere in ferie venerdì, così mi faccio un bel fine settimana lungo...ad assistere parenti in recupero delle forze fisiche!

Love,
MC



domenica 12 giugno 2016

+21 *** OUTLANDER - PASSIONE OLTRE IL TEMPO *** DIANA GABALDON (o della fine del ventunesimo libro nel 2016)

continuo ad andare avanti con questa storia infinita...
non riesco a immaginare cosa verrà dopo e succede a ogni libro, a ogni pagina.
ci sono quindici libri in tutto (in Italia, perché nel resto del mondo sono otto...) e la signora Gabaldon pare stia scrivendo il nono e pensando al decimo libro della serie.
mi domando cosa farà fare a questi due eroi, Jamie e Claire. che li faccia resuscitare? che siano immortali?
staremo a vedere, intanto ho già tutti  i libri fino al quindicesimo lì pronti, sull' e-reader.
l'8 giugno ho finito Passione oltre il tempo e ho immediatamente iniziato La croce di fuoco. 

ho raggiungo e superato nella lettura la collega che, ahilei, mi parlò per prima di Outlander qualche mese fa.
dice che ha trovato La croce di fuoco lento, all'inizio pieno dei nomi dei partecipanti all'adunata scozzese in suolo....straniero (non posso dire niente, non voglio rovinare la scoperta ad alcuno!)
leggendo, nei giorni scorsi, in qualche punto ho faticato anche io (forse mi sono lasciata influenzare dalla mia collega) poi però ho superato lo scoglio e sono andata avanti.
sono a pagina 215, ma sarei andata oltre, ieri sera: mi sono fermata per decenza e per permettere al mio cervello di dormire e ritemprarsi per almeno sette ore.


come avevo già detto, mi sono iscritta in un gruppo di Facebook - dove ho trovato informazioni utili per vedere la prima stagione della serie tv su internet - che è per lo più frequentato da invasate tali da arrivare, una di queste, a tatuarsi Sassenach nell'interno del dito anulare destro.
questo è come Jamie chiama Claire dal primo momento in cui la vede e le parla: lei inglese, straniera, in mezzo alle Highlands scozzesi (vedi lezione sotto, direttamente con Jamie - il secondo dei due!).


ora, io capisco tutto: la lettura del romanzo ti fa appassionare, ti piace Jamie come personaggio e sicuramente l'attore che lo impersonifica nella serie tv, per carità...maddai, mi sembra un po' esagerato.
cioè posso capire, alla lontana, una che si tatua il nome di un cantante, un attore, ma quello è pur sempre uno che esiste, una persona vera!
Sassenach è il nomignolo che Jamie usa per chiamare Claire...ma Jamie non esiste, è un personaggio di fantasia, impersonificato da Sam Heughan, ma è fantasia pura e basta! boh!
contenta lei!

ora vado...a leggere! :-)

Love,
MC


venerdì 3 giugno 2016

+20 *** MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI *** GIACOMO MAZZARIOL (o della fine del ventesimo libro nel 2016)

non ho niente da dire su questo libro se non che va letto.
Giacomo ci racconta di Giovanni, suo fratello, nato con super poteri.
un super eroe speciale, che trasforma tutto quello che gli sta intorno, le persone soprattutto.
sorridi, ti commuovi, ti diverti e ti immedesimi anche, in certe descrizioni.
Giacomo scrive come se parlasse, nella freschezza dei suoi 19 anni, ti porta in casa con lui e la sua famiglia, a scuola, in giro in bici per Castelfranco Veneto con i compagni di scuola...
va letto e basta.
nel frattempo si può anche guardare questo video.

subito dopo, come da tabella di marcia consolidata, ormai, ho iniziato il settimo libro di Outlander - Passione oltre il tempo.

i giovani sono alla ribalta questa volta, dalle prime 100 pagine che ho letto fino ad ora.
i figli grandi vogliono sapere di più sulle loro origini, sulle loro radici, e partono.

nel frattempo vado avanti anche con la visione della prima stagione su internet; sono arrivata all'undicesimo episodio e mi avvicino a uno dei momenti clou nel rapporto tra Claire e Jamie.
quasi non mi dispiace essere sfalsata tra lettura dei libri e visione del film. sapendo cosa succederà dopo, è come se potessi cercare tra le righe delle immagini qualche indizio, qualche dettaglio di quello che sarà poi.
e comunque sì: si devono prima leggere i libri e poi, se esiste, vedere la versione cinematografica della storia, non il contrario. direi che questa è una delle prime regole a cui un lettore deve attenersi! :-)

Love,
MC

giovedì 2 giugno 2016

FUMI DELL' ALCOOL + varie ed eventuali

un bel 2 giugno 2016 sotto la pioggia anche se, c'è da dirlo, non mi ricordo un 2 giugno col cielo sereno negli ultimi anni.
un po' tipo Pasquetta, che è sempre costellata di nuvole e pioggia, o se non piove proprio quel giorno lo ha fatto i giorni prima, e alla grande, così che ogni centimetro di terreno che non sia asfalto è zuppo d'acqua...solo che fare le scampagnate sull'asfalto non è granché.

questa è la giornata più lunga per il maritopreferito, impegnato prima all'altare della Patria, poi in Via dei Fori Imperiali con la parata militare e tra un po' al Quirinale, per il concerto ai Giardini.
per me questo è un giorno quasi come un altro, sempre contornato da altri giorni lavorativi: non esisterà "ponte" per noi in questo periodo dell'anno, finché il maritopreferito lavorerà. infatti domani lavoro, ma chissenefrega, tanto sabato sono libera e poi torno al lavoro direttamente mercoledì.

ci siamo fatti un pranzetto con fettuccine-zucchine-e-speck, verdura, caffè e resentin (pulizia) della tazzina con genepy valdostano.
grazie a questo e al vino rosato bevuto pasteggiando, ora sto vagando con la mente ovattata.
ma quanto mi piace questa sensazione: è come se la testa mi girasse ma in realtà non mi gira, solo è pesante, un po' annebbiata, da sonnolenza ma senza sonno...insomma, mi piace, la riconosco quando arriva (ebbene sì, non è la prima volta che mi capita) e mi rilassa.
sono un po' bevutina, quindi, ma il mio impegno certo nelle prossime ore è stare sul divano a riposarmi, leggendo il libro della settimana (mi sa che oggi lo finisco, Mio fratello rincorri i dinosauri), fare una torta più tardi...posso anche permettermi di stare in compagnia dei fumi dell'alcool per un po'!

ah, nota importantissima: mamma e papà mi hanno anticipato il regalo di compleanno con una MERAVIGLIOSA planetaria Kenwood.
"se non ti ci sta in cucina, se vuoi la teniamo noi fino a quando andrete a stare nella casa nuova!"
seee, perchè secondo loro avrei fatto il pane a mano fino a data da destinarsi, sapendo di avere un'impastatrice MIA a 30 chilometri da qui...ahahahaah seeee certo!!!
quindi ora 'sta genialata di macchina troneggia sul piano della cucina.
ci ho già fatto il pane una volta e impastato il ciambellone allo yogurt. non serve dirlo ma lo faccio: il pane E' DIVERSO se impastato con la planetaria: lo si vede dalla mollica: omogenea, liscia, piena di buchi...
tutta un'altra storia!
ne sono ufficialmente, definitivamente innamorata!

Love,
MC








+17 *** BEFORE *** ANNA TODD (o della fine del diciassettesimo libro nel 2017)

l'Anna ci racconta come e perché ci son voluti ben cinque libri per risolvere le paturnie amorose di Hardin e Tessa...con un sesto libro...