lunedì 21 novembre 2016

NON TUTTO E' PERDUTO

questa mattina sono uscita dal cancello sul retro del condominio, che dà su una via diciamo secondaria, dove non ci sono negozi ma, fino a un certo punto, solo ingressi pedonali e carrai di piccoli condomini.
il nostro cancello pedonale si trova dopo questi condomini, in una zona di nulla lunga qualche decina di metri, oltre la quale ricominciano condomini e palazzine.

bene. il marciapiede di questo limbo abitativo, dove ci troviamo noi, pare essere il luogo preferito dai padroni di certi cani per la passeggiata giornaliera, atta allo svuotamento di vescica e intestino. passi la prima, fa parte del tutto...ma la seconda rompe molto di più le palle, visto che la stragrande maggioranza dei padroni di questi cani (evidentemente molto più cani dei cani stessi) preferisce lasciare in loco i resti dei pasti dei loro fidati amici, che tanto chissenefrega, mica abitano qui e mica ci passano quindici volte al giorno!
quando ci passano, hanno ben presente dove il loro amico ha defecato, quindi vanno oltre e ciao.

dicevo, questa mattina mentre uscivo pensando già allo slalom speciale che avrei dovuto fare come ogni giorno, trovo una signora che, con due cani al guinzaglio, stava buttando nel cassonetto dell'umido (faceva pure la differenziata! 😊) un sacchetto con il prodotto interno lordo dei suoi amiconi.
non ho resistito e l'ho ringraziata per quello che stava facendo.

"...guardi, non è colpa dei cani, loro poverini non ne possono niente, sono i padroni ad essere maleducati e stronzi, mi passi il termine...pensi che io raccolgo pure quelle degli altri per evitare di pestarle!...e comunque non mi deve ringraziare, faccio solo il mio dovere!"
"eh, ha ragione, ma grazie lo stesso!"

insomma, lei si è stupita di quello che le ho detto, io mi sono stupita di quello che ho visto, perché non dovrebbe essere l'eccezione ma la norma (e dati i quintali che ne ho visto in questi anni, su quel marciapiedi, avrei dovuto vedere orde di umani intenti a raccattar cacca da terra) ma penso che entrambe abbiamo iniziato la giornata bene, col piede giusto.

ho avuto la sensazione, continuando per la mia strada, che non tutto è perduto.
ci sono ancora padroni cani che lasciano tutto per terra, ci sarà pure Trump alla Casa Bianca ma...non tutto è perduto.

Love,
MC

3 commenti:

Andretta La Puff ha detto...

oh ti capisco. Il marciapiede davanti casa mia è il cacatoio del paese, se mi passi il francesismo. E ci passano i bambini con le cartelle a ruote, tornando da scuola. te lo immagini??
al rogo!

MamP ha detto...

Mi permetto di suggerire una soluzione semplice e volendo Bio.... Quale deterrente alla "caccalibera" si ottiene cambio della destinazione trattando l area con semplice polvere di peperoncino piccante.
I cani che contrariamente ai bipedi che accompagnano sentita la presenza della polvere di peperoncino scelgono altra zona dove fermarsi per scaricare.
Detto sistema e' ancor piu efficace se ripetuto con continuita'.

MamP ha detto...

Mi permetto di suggerire una soluzione semplice e volendo Bio.... Quale deterrente alla "caccalibera" si ottiene cambio della destinazione trattando l area con semplice polvere di peperoncino piccante.
I cani che contrariamente ai bipedi che accompagnano sentita la presenza della polvere di peperoncino scelgono altra zona dove fermarsi per scaricare.
Detto sistema e' ancor piu efficace se ripetuto con continuita'.

+26 *** MA LE STELLE QUANTE SONO *** GIULIA CARCASI (o della fine del ventiseiesimo libro nel 2017)

ho letto questo libro in un paio di giorni, forse tre. ho fatto bene a scegliere di leggere prima la versione di Alice e poi quella di Carl...