domenica 24 maggio 2015

+12 *** FUGA DAL CAMPO 14 *** BLAINE HARDEN (o della fine del dodicesimo libro nel 2015)

non ho parole per descrivere questo libro, letto in 48 ore, se non che è necessario che venga letto.

dovrebbe essere messo nei programmi scolastici delle scuole superiori e chi fosse già andato oltre, tipo me, avere la fortuna di qualcuno vicino (per me le ormai note zie di Genova) che glielo passi per leggerlo.

non è un caso che sia venuto in mano alle zie solo a gennaio di quest'anno e mi sia stato dato a marzo.
capisco adesso la loro urgenza nel farmelo leggere. e di questo le ringrazio.

Shin Dong-hyuk

nonostante la crudeltà della storia, la tragicità, il dolore e la vergogna di far parte della parte occidentale del mondo che, sostanzialmente, non si cura più di tanto (almeno per quanto si sa) della questione nord coreana, questo libro va letto.

c'è tutto il peggio della dittatura nord coreana raccontato da Shin, nato in un campo di lavoro nel 1982 ed evaso all'età di 22 anni.
il nazismo (in quanto regime) è finito da un po'. questa follia orientale, invece, perdura.
fino a quando?

ho assoluta necessita' di tornare a volare basso, adesso.
mi serve un libro leggero, un fumetto, un qualcosa che mi stenda il cervello per la sua insensatezza e inutilità nell'esistere. dopo questa mazzata (importante e, ripeto, necessaria) voglio abbassare la guardia.

procederò con L' amica geniale di Elena Ferrante, uno dei rari libri comprati (sempre per esigenze di spazio casalingo) volume primo di quattro. ne avevo sentito parlare tempo fa, l'ho visto più volte in libreria occhieggiare dagli scaffali...settimane fa l'ho preso con una parte di bonus natalizio.

spero sia necessariamente leggero.

Love,
MC




venerdì 22 maggio 2015

+11 *** VITA CON GIO' *** GIOVANNINO GUARESCHI (o della fine dell' undicesimo libro nel 2015)

mi sa che quest'anno non riesco ad eguagliare e/o superare il numero di libri del 2014. 
sto andando più lenta di quello che vorrei. e non va bene :-)

questo Vita con Gio' è stato proprio un libro leggero, di cui avevo necessità per rilassare il cervello.

è la raccolta degli scritti di Guareschi pubblicati su Oggi negli anni Sessanta, dove lui e la moglie sono protagonisti, affiancati dalla smaliziata collaboratrice domestica Giò.

si rivivono gli avvenimenti di quegli anni, rivisti e vissuti attraverso la lente di questo quadretto familiare, completato dai figli prima piccoli e poi dotati a loro volta di figli.

un bel libretto, di tutto rispetto viste le sue 570 pagine.
molto da spiaggia, ma anche da primavera inoltrata quando si vuole, appunto, svuotare la testa.

adesso prenderò in mano Fuga dal Campo 14 di Blaine Harden.
sono pronta per argomenti impegnati.

Love,
MC



OGNI TANO UNA BOTTA DI FORTUNA!

Da questa mattina alle 9, da quando ho attaccato al lavoro, é tutto fermo.
I sistemi non funzionano e per fortuna le chiamate dei clienti non arrivano: o sono state deviate altrove o é stato messo un disco di disservizio momentaneo.
Il "momento" va avanti da quasi due ore e...lasciamo che continui.

Questo blocco capita proprio a fagiuolo: ho mal di gola e parlare sarebbe veramente faticoso, oltre che peggiorativo. Gli sbalzi di temperatura di questi giorni mi hanno fatto male...

Dai, ogni tanto una botta di fortuna ce la meritiamo tutti!!!

Love,
MC

+20 *** IL PROFUMO DELLE FOGLIE DI TE' ... DINAH JEFFERIES (o della fine del ventesimo libro nel 2017)

questo libro è strano. non ha niente di speciale eppure ieri ho letto fino a poco prima di uscire di casa per arrivare in fondo: volevo sape...