venerdì 27 febbraio 2015

+8 *** ENTRA NELLA MIA VITA *** CLARA SANCHEZ (o della fine dell'ottavo libro nel 2015)

quello appena concluso è secondo libro di questa autrice spagnola letto quest'anno.

non male.
appassionante dalla metà in poi, inizialmente mi è sembrato un po' irreale, a tratti impreciso, con descrizioni a volte sbrigative o passaggi troppo rapidi, così come frasi buttate lì quasi a caso.
(in alcuni momenti confesso di aver pensato che avessero un problema i traduttori...)

una ragazza, figlia di una famiglia che io definirei strana ma a pensarci anche molto facile da incontrare (fratello minore timido e chiuso, madre ansiosa, padre quasi assente) finisce per mettersi alla ricerca della presunta sorella, strappata ai genitori alla nascita con la falsa dichiarazione di morte neonatale e venduta ad una madre single, anch'essa assente e interessata, di fatto, a tutt'altro nella vita che ad amare e crescere una creatura.

tema molto attuale, anche, ma come dicevo, forse in alcuni passaggi un po' troppo poco curato.
avrei puntato di più sui sentimenti di questa famiglia e della sorella, piuttosto che sui dettagli dei vestiti costosi di altri elementi che compaiono nel romanzo.

lo consiglierei?
si e no. dipende dal gusto del lettore.

oggi inizierò La ballata di Iza di Magda Szabò, ambientato nella Budapest degli anni '60.
sono molto curiosa.

Love,
MC

Nessun commento:

+30 *** LA PICCOLA CASA DEI RICORDI PERDUTI *** HELEN POLLARD (o della fine del trentesimo libro nel 2017)

qualche ora fa avevo detto che sarei arrivata in fondo a questo romanzo da femmine e in effetti è successo e in tempi inaspettati.  nonosta...