martedì 28 ottobre 2014

QUANDO LA GIORNATA NON E' ANCORA FINITA (il bello deve ancora venire!)

nottataccia.
sonno disturbato, ogni giro nelle coperte era un rendersene conto, con conseguente abbassamento del livello dello stato di coma (leggi: mi sono svegliata ogni due ore...).
una volta in piedi, colazione, spesa dar fruttarolo e successiva immersione delle mani per circa due ore in acqua, a lavare 1,3kg di spinaci&Co.
sono stata tutta la mattina in cucina, in piedi.
sì sì, son giovane, è vero, ma accuso.

tra mezz'ora sarò in macchina per andare a lavorare, che il bello della giornata deve ancora arrivare!
ma se è come negli ultimi giorni, andrà bene.
ultimamente sono una pietra col muschio: mi scivolano addosso i clienti cretini, maleducati, così come le psicocaXXte aziendali che ogni tanto ho la fortuna di ascoltare/sentire/vedere.
ce n'è per tutti i gusti e anche i colleghi fanno la loro parte in quanto a campione sociologico di studio!


il maritopreferito è tornato a casa, ha mangiato al volo ed è di nuovo uscito, tra impegni con i suoi genitori e volontariato a seguire.
ci ritroveremo stasera, più o meno comatosi entrambi...
daje, che è solo martedì!

venerdì partiamo per una due giorni con nipotame e fratello/cognata a Mirabilandia, all'insaputa della prole! sarà la mia seconda volta dopo 13 anni, ma la prima con maritopreferito e nipotastri!
non vedo l'ora!

Love,
MC

domenica 26 ottobre 2014

PANE CASARECCIO (INASPETTATO)

non sapevo cosa aspettarmi, ma in fondo è così anche quando seguo la  mia ricetta assodata.
non si sai mai cosa combinerà il lievito madre quando la farina finisce tra le sue grinfie...

oggi ho lavorato per la prima volta con esubero, ovvero lievito già rinfrescato da almeno un giorno, e non appena fresco.
ho seguito una ricetta pubblicata sul gruppo La Pasta Madre su FB e così...


non è il massimo da vedere intero, è vero. anzi, è proprio brutto: irregolare, caotico. un casino cotto.
poi però lo taglio e...


la verità è che non mi è mai venuto così tanto areato come questa volta e sto capendo che più è idratato l'impasto, più areato è il pane che ne verrà fuori.
c'è da dire che in questa ricetta NON C'E' OLIO...
e non avrei mai pensato che del pane (alla fin fine casareccio, perché di questo si tratta per consistenza e gusto) potesse essere buono e così ben lievitato pur non avendo olio.
non si smette mai di imparare!


insomma, anche questa volta sono moooolto soddisfatta della mia Aida, la pasta madre che ridendo e scherzando è come da un anno pieno e ha già discendenti sparsi per Roma!

Love,
MC

martedì 21 ottobre 2014

PENSIERI SPARSI E A CASO (nel frattempo la mia colonna sonora spotify sta suonando nel pc...)

martedì. turno 16-21, che mi ha permesso una sveglia senza sveglia.
quando mi si sono aperti gli occhi, ovvero intorno alle 9.
tra l'altro era un po' che non succedeva e iniziavo a preoccuparmi per la perdita della mia proverbiale capacità di dormire a oltranza (o almeno quelle belle, sane 8 ore che fan sempre comodo!), invece questa mattina mi sono rincuorata, pensando che forse no, non è ancora il momento di perderla ma sfruttarla ancora un po', quando è possibile.
il tutto risulta un po' ovattato adesso, è vero, perché colazione e tutto quello che viene dopo hanno avuto ritmi domenicali, ma ci sta.
avrò modo di svegliarmi oggi pomeriggio.

mi prudono le mani, non so per cosa ma mi prudono.
gioielli, conchiglie, carta e penna, video del pc, idee per la prossima casa...
caos mentale, idee accavallate e che probabilmente fanno a pugni tra loro per decidere chi sarà la prima a uscire. riuscirò a dar loro un ordine, prima o poi.

in tutto questo restano sempre fisse le cinque ore di apnea quotidiane, di ritmo serrato e particolarmente fastidioso, dove "o faccio così o faccio così", non ci sono alternative e se ce ne sono devono essere richieste, valutate, autorizzate e vidimate.
un'ode alla creatività, proprio!
considerando però che anche grazie a questo lavoro dove la fantasia regna incontrastata, nei prossimi mesi concretizzeremo il progetto casa che è in ballo da un po', beh...facciamocelo piacere e poi si vedrà.

Love,
MC

venerdì 17 ottobre 2014

IN FERIE

ci volevano proprio questi quattro giorni di pace del cervello (e delle orecchie!) lontana dal lavoro.
ieri era il mio giorno libero, oggi e domani sono in ferie, così ci si rivede direttamente lunedì mattina.
sarà un'ecatombe, già lo so, perché ogni santo lunedì la follia dei clienti, evidentemente in astinenza da noi, inizia alle 9.00 per finire solo un'ora dopo (e riprendere poco dopo, ovvio), ma intanto ora questo è, quindi godiamocela!

in forno stanno lievitando il pane super-integrale e una ciotola di 400gr di impasto per la pizza...che penso mi farà venir fuori quindici teglie, visto che è più che raddoppiato dalle 9 ad ora (e non lo lavorerò prima delle 18...).

domani altro impasto: focaccia genovese per il compleanno della nipotepreferita che diventa novenne (mamma mia!), quindi sveglia intorno alle 6 per impastare e dar tempo al tutto di fare il suo lavoro, dilazionato in almeno due fasi di lievitazione.

adesso, invece, torno al mio lavoro che avevo in cantiere da circa 15 anni e che ieri ho iniziato.

finalmente il mese scorso ho comprato il trapano di precisione, regalo di compleanno di suoceri e cognati, e ho iniziato a bucare le circa settemila conchiglie che ho raccolto negli anni.

idea già sdoganata da molti, è vero, ma è un complemento d'arredo che mi è sempre piaciuto e che, pertanto, sarà il mio primo manufatto per la nostra, prossima, nuova casa!

Love,
MC

martedì 14 ottobre 2014

GRILLO A GENOVA

non lo sopporto.
o meglio: non lo sopporto più!

quando faceva il comico lo apprezzavo, anzi andavo orgogliosa che fosse genovese, che un genovese fosse così apprezzato in Italia.

dopo l'entrata in politica ha iniziato a farmi venire sempre più la nausea e ora, quando parla, mi provoca la stessa reazione che mi provoca(va) il nano: cambio canale o cambio stanza!

oggi va a Genova e manda esplicitamente affxxxxxo la giornalista che gli chiede un'opinione.
ma chi ti credi di essere?
ma sei scemo?
sei un cafone, un gran maleducato, se non altro perché hai davanti una signora.
vacci te affxxxxxo!

porca miseria mi fa troppo imbestialire, non lo sopporto!

Love,
MC

lunedì 13 ottobre 2014

+29 e +30 *** CHIAMATEMI ARCOBALENO - INVITIAMO IL PAESE A CENA *** CESARE CESARINI (o della fine del ventinovesimo e trentesimo libro nel 2014)

si tratta in realtà di una rilettura.
la prima delle quali (sì, non è una seconda rilettura...) è stata fatta, credo, intorno ai miei quattordici, quindici anni, ovvero almeno ventidue anni fa.
mi fa paura scriverlo, ma è così.
due libercoli pieni di vita vissuta scritti da un mio amico, che fanno respirare un po' di ossigeno puro, strappando risate, lacrime e momenti di stupore pieno.
li consiglio, decisamente, e vanno bene a tutte le età.

adesso prenderò in mano un libro di un genere che non ho mai letto.
Non smettere di crederci mai - l'incredibile potere della Fede di Nick Vujicic.
non so se essere scettica o no. non per la fede in sé, assolutamente, quanto perché non so cosa aspettarmi.

vedremo...

per oggi, intanto, nessun coglionazzo telefonico da segnalare; solo un rimbombo continuo di voci nelle orecchie per tutta la durata del turno.

Love,
MC


sabato 11 ottobre 2014

SILENZIO. E' D'ORO.

se qualche settimana fa fu il medico di base a impormi il silenzio per curarmi la laringo-faringite, oggi mi viene spontaneo e senza che sia indotto da un malessere faringeo.
turno lavorativo dalle 9 alle 14.
27 chiamate prese, ci cui le prime 8 tra le 9.00 e le 9.59.
ho bisogno di stare in silenzio.

il maritopreferito lo sa, ormai, e da quando sono entrata in casa, ovvero un'ora e mezza fa, non mi ha ancora fatto domande...

tralascio le note caratteristiche di uno dei clienti gestiti oggi il quale, tra le altre cose, mi ha detto "...voi inutili operatori telefonici", a cui ho risposto con un secco "gentilissimo da parte sua! Grazie", con tono ovviamente ironico, che il bastardo (eccola, la nota caratteristica) in questione ha recepito e di cui non mi pento assolutamente.
sono qui per aiutarti, non per farmi insultare, quindi per me puoi anche pedalare.

nelle prossime ore ci aspetta una festa di compleanno in una casa completa di sauna finnica (già sperimentata a luglio di quest'anno e di cui ho parlato qui), quindi ottimo defaticamento per lo spirito.

un pensiero in questi giorni va a Genova, devastata dall'acqua per l'ennesima volta.
ma è Superba, si rialzerà anche questa volta!

Love,
MC

giovedì 9 ottobre 2014

+28 *** CORRO PERCHE' MIA MAMMA MI PICCHIA *** GIOVANNI STORTI (o della fine del ventottesimo libro nel 2014)

questo è un libro, ma è anche un manuale, ma anche un diario e pure una storia di amicizia.
perché, come dice l'autore, correre ti porta a contatto con la natura e quindi con le persone.
e non puoi far altro, una volta che sei completamente pregno di corsa, stringere amicizia con chi incroci per la tua strada o chi percorre la tua stessa, perché entri a far parte di un gruppo, di una tribù.
quella dei runners, coloro che corrono.

sapevo che Giovanni Storti (vedi il trio Aldo-Giovanni-Giacomo) fosse stato un atleta, da giovane, di ginnastica artistica se non vado errata, ma non che si fosse poi fatto prendere dalla corsa a livelli amatoriali molto spinti.

ora, anche grazie a lui, voglio provarci anche io.
strade, più o meno sterrate o asfaltate, ce ne sono a palate attorno a me e, a meno di andare a vivere definitivamente sul Piz Boè (programma non previsto nell'immediato futuro), ce ne saranno sempre (e comunque esiste anche la corsa in montagna, quindi teoricamente avrei da correre anche su e giù per il massiccio del Sella!).

inoltre ed è uno degli sport più economici che ci siano, quindi, perché no?
mi mancano solo le scarpe giuste, dopo di che...

Love,
MC

+20 *** IL PROFUMO DELLE FOGLIE DI TE' ... DINAH JEFFERIES (o della fine del ventesimo libro nel 2017)

questo libro è strano. non ha niente di speciale eppure ieri ho letto fino a poco prima di uscire di casa per arrivare in fondo: volevo sape...