martedì 18 febbraio 2014

+7 *** BANCHIERI *** FEDERICO RAMPINI (o della fine del settimo libro nel 2014)

da qualche giorno ho per le mani Prigioniera in Iran, di Roxana Saberi.
non riesco a leggerlo a lungo come vorrei, ma per ora posso dire di essere anche io prigioniera delle sue pagine.
sono arrivata a Roxana perché ho finito il settimo libro dell'anno.

Banchieri, scritto dal giornalista Federico Rampini, lo definirei un libro che va letto.

perché parla dell'ultimissimo ieri, di oggi, ma anche di domani;

perché è scritto da un giornalista di economia, ma non da un tecnico della materia, che immagina di parlare a tutti noi e nello specifico A un'italiana di trent'anni, una sera al teatro Argentina, come recita la dedica;

perché certe cose vanno lette e sono da sapere, meglio ancora quando sono scritte in lingua comprensibile, apposta per noi ignoranti in materia di spread ed economia.

bravo Federico, mi sei piaciuto. come sempre mi piaci quando ci parli dall'angolo del mondo in cui sei in quel momento.

"...rendere facili e suggestivi concetti base dell'economia. Come, per esempio, cos'è davvero la moneta, a cosa deve servire una banca. Domande alle quali Bernanke e Mario Draghi non hanno dato una risposta definitiva". (cit. Banchieri, pag. 166)

Love,
MC

PS: finalmente il pc è tornato all'ovile, un po' ripulito e con nuovi consigli di utilizzo, al fine di allungarne la vita finché morte non ci separi.

1 commento:

Extramamma ha detto...

Anche a me è simpatico Rampini :)

+30 *** LA PICCOLA CASA DEI RICORDI PERDUTI *** HELEN POLLARD (o della fine del trentesimo libro nel 2017)

qualche ora fa avevo detto che sarei arrivata in fondo a questo romanzo da femmine e in effetti è successo e in tempi inaspettati.  nonosta...