martedì 23 luglio 2013

...E CHI L'AVREBBE MAI DETTO!

noi sicuramente no.
almeno, fino a ieri non l'avrei detto, non l'avremmo detto.

cos'è successo: a circa metà marzo io e il maritopreferito ci siamo organizzati, come ogni anno, in una ricerca di mercato per una casa in montagna, questa volta in Val di Fassa. ci piace poter scegliere, se possiamo, quindi iniziamo presto!
richieste, proposte, valutazioni, scelta.
bene, deciso.
due settimane ad agosto a Pozza, casa per due, vicino al centro del paese ma fuori dal casino, in mezzo alle prime Dolomiti che conobbi, tra il 1988 e il 1992.
ci volevo tornare per proprio per questo.


vita tranquilla per mesi, pensandoci ogni tanto, aumentando la frequenza dei pensieri con l'avvicinarsi del caldo da cui ripararsi, pensando a quali gite fare e quali no, per quest'anno, e ancora a quali ripetere, come praticamente ogni anno, perché sì, la ferrata Tridentina non possiamo non farla!

poi un bel giorno di luglio trovo una chiamata persa da mia zia, la sorella maggiore di mia mamma.
il lungomare di Ile Rousse
strano, penso, che mi chiami sul cellulare!
la richiamo dopo parecchie ore e mi trovo davanti una proposta: ciao nipotina! la casa di Ile Rousse si è liberata, chi ci doveva andare, non può più, abbiamo chiesto a tizio e caio, ma nessuno può: non è che vi va di venirci? noi saremo nell'altra, ma state tranquilli, non vi disturberemo!

il maritopreferito non c'era, io ero ancora al telefono e mi vedevo già in costume e infradito di giorno, e pantaloni di lino e canottiera di sera, a passeggiare sul lungomare a 1 metro sul livello del mare, che se ti va di rinfrescarti i piedi o preferisci camminare sulla sabbia, salti giù e sei in spiaggia.
erano anni che ci pensavo, il maritopreferito non c'è mai stato ed io, in vacanza  a casa della zia ci sono stata una volta sola, l'ultima, ben 18 anni fa, nel giugno del '95.

la proposta era troppo bella, pronta, impacchettata e ad hoc per noi. un regalo inaspettato. nessun lato negativo rispetto all'andare in Val di Fassa, se non la perdita della caparra ma che, sommata alla spesa del viaggio per la Corsica A/R, è sempre molto meno rispetto alla spesa totale del solo alloggio a Pozza.

tre giorni di pensamenti, di idee, di accettazione (soprattutto da parte del maritopreferito) dell'avere il costume addosso e non i pantaloni da trekking per queste vacanze 2013...ma poi alla fine abbiamo colto la palla al balzo e via!
la Corsica è sempre lì', così come il Trentino. ma a 18 anni dall'ultima volta e a 5 dall'ultima vacanza marinara da quando siamo sposati...beh, si può fare!

Love,
MC


3 commenti:

clacla ha detto...

avete fatto solo bene.......anche se noi faremo le gite da soli in montagna,ma siamo felicissimi che andiate a l'Ile Rousse, noi quando andiamo ci rilassiamo troppo: 150 passi nel sentiero dalla casa al mare in costume e pareo e acqua meravigliosa!...Buona vacanza!...
Vi diremo se la Val di Fassa è cambiata.jysvicle

Marie Claire ha detto...

Non vedo l'ora di crogiolarmi al sole e farmi venire le mani "cotte" dallo stare in acqua.
in Trentino dovete comprarmi qualche tisana e altre scemenzine che vi dirò...

patriziavioli ha detto...

Avete fatto benissimo ad accettare!!!!!

+19 *** RACCONTAMI DEI FIORI DI GELSO *** ALINE OHANESIAN (o della fine del diciannovesimo libro nel 2017)

devo ammettere che nel leggere le prime cinquanta pagine ho arrancato un po'; non trovavo il filo del discorso, non mi raccapezzavo con ...