giovedì 29 novembre 2012

CRONACA BIANCA

ieri sera sono andata a dormire alle nove e un quarto, come non succedeva penso da una decina d'anni.
alle due e mezza ero sveglia per le secchiate d'acqua che si scaricavano sulle finestre e sul tetto e mi sentivo già riposata.
poi, però, mi sono riaddormentata e questa mattina alle sei e mezza ero proprio una belva di energia; mi sono alzata senza fatica e in ufficio, nonostante la follia dei clienti, il tempo è passato senza danni.
il maritopreferito è passato a prendermi per evitare che sia io che lui ci fracicassimo troppo e poi, per recuperare il tempo che domani mattina l'attesa nello studio della medica di famiglia mi toglierà dal pulire la casa prima e fare collane poi, dalle due e mezza alle tre e un quarto, prima di uscire nuovamente, ho passato l'aspirapolvere per casa (matta!).
mi sono così fiondata a fare l'ortopanoramica (c'ho dei denti perfetti, porca paletta!) e dopo aver passato quaranta minuti impalata, in coda all'ufficio postale, sono tornata a casa.
doccia, pigiama e cena: lasagne al pesto, come le faceva la nonna Adriana e che mandano fuori di testa il maritopreferito!
domani si lavora di piacere, a creare e creare e creare...e poi: cinema!

Love,
MC

Nessun commento:

+30 *** LA PICCOLA CASA DEI RICORDI PERDUTI *** HELEN POLLARD (o della fine del trentesimo libro nel 2017)

qualche ora fa avevo detto che sarei arrivata in fondo a questo romanzo da femmine e in effetti è successo e in tempi inaspettati.  nonosta...