giovedì 25 ottobre 2012

CAMBIO

ho cambiato di nuovo, sono tornata al modello semplice. qualcosa è da ritoccare ma adesso non ho tempo, tra mezz'ora esco e vado a lavorare, anche oggi fino alle 21.
me ne starei moooooolto volentieri a casa, a far riposare la mia schiena sul duro-morbido lettone, ma nun se po fà, o meglio, se non succede non muoio (lo dico adesso, poi vediamo)
vengo da un lungo-weekend-lungo, passato a far collane e riposarmi, quindi posso anche rischiare; davanti, invece, un sabato e domenica di ordinaria follia, con lavoro mattutino il sabato, visita ad amici nel pomeriggio e forse cena allegata; domenica immersa nell'ascolto di altre persone e a seguire cena da una coppia di amici da cui, già lo sappiamo, verremo via fusi. e lunedì mattina si ri-lavora 9-15.

(intanto al Tg3 sento riportate idiozie del tipo per amore dell'Italia si possono fare pazzie o cose sagge...rimango a fianco dei più giovani che devono giocare e fare goal.
fino alla fine vomita scempiaggini, come sempre reputandoci cretini. il che forse è vero, ma forse no.
stiamo cambiando. spero).

Love,
MC

2 commenti:

francesca ha detto...

mi piace molto questo modello semplice!
francesca

Maria Chiara Bidone ha detto...

Ciao Fra!
Piace tanto anche a me! alla fin fine son fatta per le cose semplici! :-)

+30 *** LA PICCOLA CASA DEI RICORDI PERDUTI *** HELEN POLLARD (o della fine del trentesimo libro nel 2017)

qualche ora fa avevo detto che sarei arrivata in fondo a questo romanzo da femmine e in effetti è successo e in tempi inaspettati.  nonosta...