martedì 27 marzo 2012

PRIMAVERA E ORA LEGALE


aiuto, non ce la posso fare.
per natura ho la pressione bassa. quando sono in montagna, tipo a 1600 metri per due settimane, questo mi permette di essere esplosiva e sveglia da subito, dal giorno dopo l'arrivo (il maritopreferito, invece, è al contrario. qui salta come una molla, in montagna va in letargo e la mattina fa più fatica), ma per il resto dell'anno, non abitando a La Paz (3600 metri slm), non sono quella che, scattata la sveglia salta giù dal letto. mi servono sempre quei 10-15 minuti di tortura prolungata per svegliarmi con calma e per favore, riappisolandomi per poi farmi svegliare nuovamente dalla sveglia, 9 minuti più tardi. ecco perchè se devo alzarmi alle 7.45, metto la sveglia alle 6.28...
adesso siamo in primavera, ci siamo appena entrati, e sabato scorso è arrivata pure l'ora legale. un mix pericoloso. con la tripla finita ieri, ovvero sabato e lunedì liberi, con turno lavorativo del martedì 16-21, sono quattro mattine che non metto la sveglia e dormo fino a quando mi va. bello, per carità, ma da morire. non sarà sempre così (per esempio domani) e soprattutto questo non mi aiuta per niente a sintonizzarmi il prima possibile sull'ora legale e sugli effetti della primavera.
quindi (non solo) per questo penso che la mia idea di andare in ferie due settimane al mese, ogni mese, sia una proposta veramente valida e sensata, che tutte le aziende dovrebbero prendere in cosiderazione.
no?

Love,
MC

Nessun commento:

+19 *** RACCONTAMI DEI FIORI DI GELSO *** ALINE OHANESIAN (o della fine del diciannovesimo libro nel 2017)

devo ammettere che nel leggere le prime cinquanta pagine ho arrancato un po'; non trovavo il filo del discorso, non mi raccapezzavo con ...