mercoledì 29 febbraio 2012

PENSIERI SPARSI

qui i giorni passano che è un piacere.
penso alla settima bianca al Verena, mi accorgo che tra poco sarà già lontana un mese e mi viene un colpo perchè mi sembra invece finita ieri, nonostante allo stesso tempo la veda lontanissima. non parliamo poi di Natale 2011, che mi sembra risalente a decine d'anni fa.

lavoro, in ufficio e fuori.
ci son giorni che con il maritopreferito abbiamo la tabella di marcia piena; a volte facciamo una bozza di programma per i giorni seguenti e poi, quando arriva il giorno, ci diciamo ma cosa dovevamo fare? perchè tu dovevi andare al lavoro in macchina? per fare cosa? (possibilmente ci spostiamo con i mezzi pubblici).
il lavoro fuori casa procede: sono diventata bravissima a finire le mie belle cinque ore, uscire e dimenticarmi tutto-assolutamente-tutto quello che ho fatto, detto, sentito, gestito, finito.
e mi dimentico veramente, eh? il giorno dopo se mi chiedono sai quella cosa di ieri, per quel cliente... io non mi ricordo niente, devo andare a rivedere, ripassare mentalmente cosa ho fatto o detto o scritto. dopo, allora sì, il file si apre e il cervello si attiva, ma non prima e di certo non rimane aperto da un giorno all'altro.
faccio così: lavoro, meglio che posso, mettendo tutta me nel lavoro che faccio. per esempio mi morsico la lingua quando serve(quindi spesso e volentieri) anche se a certa gente servirebbe qualche bella risposta ogni tanto, così, giusto per accorgersi di non essere nessuno, in questo mondo (come siamo tutti) e che presentarsi dicendo buongiorno, sono l'avvocato ginopino serve a niente (anche perchè da questa parte del telefono c'è una dottoressa, caro avvocato...).
faccio tutta la mia parte, quindi, nell'interesse di chi mi stipendia a fine mese ma avendo un grande occhio di riguardo anche verso di me: ecco perchè esco da lì e ciao core, se vedemo domani!
e funziona! cavolo se funziona! e poi è d'un bello indescrivibile, tornare il giorno dopo avendo il cervello vuoto di cose che servirebbero solo ad arrugginirlo!
i cazziatoni? idem! sì, li prendo quando arrivano e se sono fondati. bene, ci penso, rifletto e faccio tesoro. diversamente...acqua che scivola via e io la lascio andare, che vada altrove a far crescere il muschio.

ho anche tante belle cose arretrate da fare. ho pronta l'asse da stiro, piena di panni asciutti-a-tratti-secchi (porca vacca, non è mica tanto bella, questa!) che stirerò adesso, senza aspettare le 19 passate che si risparmia energia. chissà se per quell'ora riusciremo ad essere al cinema aggratis, che son due settimane che non sfruttiamo la BlackCard della 3....

ho un bel foglio word salvato sul pc con il prossimo shopping on line di perline e affini, visto che le mani continuano a prudermi dall'ultima volta che ne avevo parlato qui sopra.

sto facendo prendere grandi boccate d'aria al mio IO, che a breve si lascia il freno a mano e si parte a manetta!

Love,
MC

martedì 21 febbraio 2012

ASIAGONEVE 2012 - GARA DI FINE CORSO

...finalmente!
dopo una barcata di tempo per caricare il video della gara di fine corso di sci su youtube, eccolo!
scendiamo in questo ordine: mio fratello Andrea, mio papà ed io, che lascio anche un'intervista alla stampa (il maritopreferito).

(me la tiro due secondi: il maestro Franco, speaker dell'evento, mi ha fatto i complimenti per lo stile della mia sciata... ^___^
non ho vinto la coppa, ma quello che mi ha detto vale altrettanto - per me di più!)

Love,
MC



domenica 19 febbraio 2012

...QUANDO IN TV NON C'E' NIENTE DA VEDERE.

ORE 20.40: io e il maritopreferito sul divano rosso, in un dopocena domenicale nemmeno tanto triste, giacchè domani posso dormire perchè il mio turno sarà 16-21. bene.
stiamo guardando Che Tempo Che Fa su Rai3 (il nostro canale televisivo preferito, per cui penso che prima o poi si consumerà e il telecomando salterà dal 2 direttamente sul 4!), c'è Floris.

chiedo a Marco:" ci guardiamo L'attimo Fuggente, visto che stasera non c'è niente?"
- "..."
- "vuoi vedere Fazio fino alla fine?"
- "sì...c'è la Camusso, dopo Floris"
- "...e pure dopo, la Litizzetto?"
- "sì..."
- "...ok"

ORE 21.33: la Litizzetto sta parlando, il maritopreferito è lungo sul divano (nel senso che lo occupa TUTTO) e dorme.
tutt'apposto!

Love,
MC

mercoledì 15 febbraio 2012

SANREMO 2012

sanremo 2012. parliamo un po' di inutili frivolezze.
non sono mai stata una fervente sostenitrice del suddetto. sì, lo guardavo, ma solo fino a una certa ora (è sempre stato famoso il suo finire a notte fonda, pur essendo un programma con inizio in prima serata) anche perchè verso le 22.30 la voce di mio padre ci richiamava all'ordine col suo domani si deve andare a scuola: a dormire!, ma parlo comunque dei tempi dalla terza media in su, fino ai 18 anni, più o meno. dopo famo come ce pare. da bambini, invece, era off limits. chissà perchè, poi. è una cosa che non ho mai capito di casa mia.
comunque...questa edizione non mi sta dicendo granchè.

Gianni Morandi: mi piace come cantante (cavolo, canta come quando aveva 20 anni!) ma come presentatore lo trovo un po' impacciato, un po' un palo che si muove per il palco.
Rocco Papaleo: lo apprezzo come attore...per il resto, cosa ci fa lì? mah...
le due galline Canalis-Belen: non le reggo. stasera poi è la volta degli spacchi fino all'ombelico per la Belen, mentre l'altra ha abitini tutti sbrilluccicosi tendenti al molto corto.
sgnaccherone, d'accordo, e la mia non è invidia, macacchio...ce n'è per così di sganccherone con un po' di cervello in più di queste due messe insieme! veramente una Carrà ci starebbe molto meglio. o anche una Veronica Pivetti, un Neri Marcorè... dai, ne abbiamo di nomi decenti! sfruttiamoli!

le canzoni...
il duetto D'Alessio-Bertè (indisponente il primo -mamma mia non lo reggo- da pensione la seconda) fa resuscitare i morti dalla paura: come diavolo han fatto a passare la selezione? ah, sì, siamo in Italia. giusto!
non mi dispiace per niente, invece, Nina Zilli. mamma che voce! bravissima! mi ricorda Mina ma bravissima, e anche la canzone non è niente male.
Emma m'ha un po' deluso. ho ancora in mente il suo duetto del 2011 con i Modà e Arriverà.
Arisa l'ho sentita poco, in quel momento stavo facendo danni sul sito di Kiko, ero distratta.
Eugenio Finardi m'è piaciuto, bravo, bella voce! secondo me è buddista, il significato della canzone mi porta a pensarlo.
Renga non mi è piaciuto, la sua voce non esce fuori come potrebbe. con Angelo, vacca boia, era da brivido!
il cantante dei Marlene Kuntz, invece, mi sembra uscito da I Dieci Comandamenti. mettiamogli due sandali di cuoio e un bastone in mano ed è il nuovo Noè. canzone particolare, ma non la capisco.
per gli altri, non mi so esprimere. non li ho sentiti se non distrattamente.
vedremo nelle prossime sere.

ah, dimenticavo: negli ultimi quattro anni guardare il Festival con il maritopreferito è interessante. il suo formidabile orecchio di musicista gli fa riconoscere immediatamente se chi canta è fuori o no, se ha voce, se ha studiato...

PS: nel frattempo, mentre scrivo, è spuntata Ciolanka Sbylenka, la modella di-non-so-dove che, mezza incriccata, è arrivata sul palco (anche lei smutandata alla grande). bella, mazza che bella! solo che ride come l'Orso Yoghi! commento del maritopreferito? aridatece quelle de prima!, riferito al duo gallinaceo italo-argentino Canalis-Belen. e ho detto tutto!)

martedì 14 febbraio 2012

MI PRUDONO LE MANI



sono settimane che non produco gioielli. mi prudono le mani.
poco fa sono andata sul mio sito di vendita di pietre&Co preferito per comprare qualcosa ma, se sono sicura su molti articoli selezionati e già messi nel carrello, per altri sono ancora indecisa, quindi ho fatto un bel copia-incolla su un foglio word, per non dimenticarmi niente, così domani ci torno, decido e schiaccio click per ordinare e pagare.
lo shopping on line è proprio deleterio...se niente-niente la carta di credito ricaricabile ha qualcosa dentro, scatta la navigazione e il click. anche se, devo dirlo, sono una donna moooolto brava perchè non sono una shopping victim!
sono proprio la moglie che ogni marito vorrebbe avere! (e fatemela tirare per due secondi!! :-)

Love,
MC

domenica 12 febbraio 2012

ASIAGONEVE 2012


...e anche per quest'anno la settimana bianca Asiagoneve si è compiuta e per la seconda volta abbiamo potuto sperimentare la meravigliosa atmosfera che i Maestri di sci sanno creare.
va bene che sciare e imparare a farlo sempre meglio è bello, va bene che insegnarlo è bello, va bene che quando si è lì si è in ferie e si pensa solo a divertirsi, ma riuscire farsi affezionare in questo modo e con due ore di lezione di sci al giorno...beh, è il motivo per cui ci si ferma lì, sopra l'altipiano di Asiago, e lì si ritorna, senza continuare per altri 100km, dove si troverebbero le Dolomiti e chilometri e chilometri di piste!
questo popolo, discendente dai Cimbri, mi piace veramente un sacco; se poi a questo uniamo il fatto che, nonostante ci si trovi in Veneto, c'è un sentimento di nazionalismo molto forte, in barba alle varie Leghe Nord, ciò basta a rendere il processo di affezionamento ancor più rapido!

è superfluo dire che, a meno di lavori in corso molto importanti, abbiamo già una gran voglia di tornare l'anno prossimo, per riprendere dove abbiamo lasciato: mio papà, mio fratello ed io dal V livello, Letizia e il maritopreferito dal III, Maria Stella dal II e Giovanni Paolo da 0!

peccato solo per l'innevamento non proprio al top, come invece avevamo trovato l'anno scorso. speriamo che il mal tempo che tanti casini ha creato in giro per l'Italia e anche qui a Roma, cambi direzione e si vada a posare sul nord est.

poi da domani si torna alla vita ordinaria e questa volta, dopo aver ri-scoperto che c'è chi ti insegna a sciare, adora farlo, si diverte ed è contenta quando ti vede felice, il mio sogno di bambina non realizzato (diventare maestra di sci) mi sta davanti come il rimpianto più grande della mia vita, soprattutto quando penso a che tipo di lavoro, invece, ho.
domani il primo cliente che mi dice che vuole l'Iphone4S 32GB perchè il 16 GB è troppo piccolo, ce lo mando in tutte le lingue. cimbro compreso!

Love,
MC

venerdì 3 febbraio 2012

NEVE, ROMANEVE E VARIE ED EVENTUALI

Roma, da casa nostra, oggi alle 12.15






NEVE, ASIAGONEVE E VARIE ED EVENTUALI

...e tra due giorni si parte e saremo qui...
domenica mattina puntiamo dritti verso nord e fino a sabato 11 febbraio saremo con nei polmoni solo l'aria dei 1600 metri e, cosa ancor più importante, isolati dal resto del mondo. lassù nessun operatore telefonico che non sia Vodafone ha copertura. nessuno di noi ha Vodafone...quindi ne approfitteremo per disintossicarci da cellulari e internet. una bella arieggiata ai polmoni e non solo!



nel frattempo questa mattina su Roma è già un po' nevicato. verso le 10 ha iniziato a fioccare; prima mista a pioggia, poi decisamente neve, con fiocchi a falde large che fluttuavano leggeri.
un qualcosa mi scatta dentro quando nevica. una sensazione che provavo da bambina, di euforia, incredulità ma anche serenità e pace. in città veder nevicare, di giorno, ha un effetto relativo per il rumore del traffico che, se non è bloccato del tutto, rimane. ma in montagna... veder nevicare è anche sentir nevicare, ascoltare il silenzio assoluto che i fiocchi portano con loro. mi stupisco ogni volta dell'assenza di rumore che la neve provoca, quando cade. un rumore di silenzio assordante.
più di una volta, davanti a una nevicata in montagna, sono uscita all'aperto, volutamente senza ombrello, per gustarmi il momento. e ogni volta non mi sono capacitata delle sensazioni provate e provocate da una cosa così semplice come la neve.

infine, stasera e domani è prevista ancora neve a Roma.
io, ovviamente, oggi ho il turno 16-21 e domani 9-14...ma con i pneumatici da neve nuovi non mi spavento!

Love,
MC

+35 *** A VOLTE RITORNANO *** STEPHEN KING (o della fine del trentacinquesimo libro nel 2017)

l'ho già detto e lo ridico, sono ripetitiva e lo so ma non posso che esserlo, quando si parla di King, Stephen. è un maestro della lett...