martedì 12 luglio 2011

INSONNIA




niente sonno. non c'è verso di addormentarsi.
la quipresente ha salutato il maritopreferito circa un'ora e mezza fa, già in posizione orizzontale e col sonno pronto, ma non c'è stato molto da fare.
lui, come spesso accade, dopo circa 14 secondi dormiva, lei niente.
un po' il caldo, un po' la testa accesa che manco al concerto degli U2, un po' vai a capire perchè, alla fine ha deciso di alzarsi e venire qui.
fuori roma è illuminata e le case del quartiere sembrano un presepe; di notte assumono un aspetto diverso tanto che non sembra di essere a un passo dal centro. voltando lo sguardo a sinistra si vede la luna, in crescita, di un bel giallo tenue, com'è quando è in discesa sulla via del tramonto.
nelle mente, dicevamo, mille cose, mille pensieri. ritornelli di canzoni, ricordi del passato, immagini di oggi al mare, cose da fare, le ferie sempre più vicine, persone conosciute una vita fa che si ritrovano...
per fortuna domani la sveglia suona tanto per ricordarsi che è mattina, giacchè il turno lavorativo inizierà alle 17, quindi si può cincischiare un po' più del solito e tirar tardi...anche se non è detto che il sonno lo si riesca a prendere al volo, al prossimo passaggio!

2 commenti:

enrica ha detto...

Sì Roma è bellissima di notte come di giorno, assume un fascino particolare quando il mondo va a dormire...
Per l'insonnia, conosco un rimedio infallibile: prova a leggere favole per bambini prima di dormire. E' molto più efficace di un sonnifero... giuro.

Maria Chiara ha detto...

ah sì? proverò!
che poi non ho mai sofferto di insonnia, per fortuna, ma in notti come quella di ieri, porca miseria, si rimane spiazzati non sapendo che pesci pigliare!
grazie del consiglio!

+19 *** RACCONTAMI DEI FIORI DI GELSO *** ALINE OHANESIAN (o della fine del diciannovesimo libro nel 2017)

devo ammettere che nel leggere le prime cinquanta pagine ho arrancato un po'; non trovavo il filo del discorso, non mi raccapezzavo con ...