mercoledì 8 giugno 2011

DI RIFLESSIONI, RODIMENTI DI FEGATO E SFANCULAMENTI VARI.




ultimamente la quipresente capisce a sue spese che, pur facendosi un mazzo tanto, pur subendo le conseguenze dello stress lavorativo come metà degli uomini di questo pianeta -arrivando certi giorni a portarsi il rodimento di fegato a casa- non ne vale la pena.
perchè? perchè non è tenuta a farlo, non la pagano per questo.
quindi?
quindi VA-FFAN-**-LO!

ma che davvero?
no-no, non è quel tipo di persona, non quel tipo di impiegata che ha intenzione di rovinarsi le ore extra-lavorative (per sua fortuna attualmente 20 al giorno) pensando, arrovellandosi il cervello, facendosi venire il tifo petecchiale per persone che, semplicemente, non fanno il loro lavoro, non gestiscono, non semplificano la vita, quando sono state messe lì apposta per.

oggi ha constatato, e per l'ennesima volta ahilei, che in questi 6 anni di vita lavorativa post-lauream il più ricco bagaglio che si è creata osservando gli altri è quello delle cose da non fare, da non dire: atteggiamenti sbagliati, tono di voce inappropriato, battute fuori luogo, parole da lasciare fuori dall'ingresso principale...
la parte tristissima della faccenda è che questi aspetti negativi l'ha visiti messi in atto dai capi. dai team leader, dai coach, dai capi reparto.
solo uno (UNO) di quelli che sono stati suoi superiori, dirigente dell'ufficio Risorse Umane di una garnde azienda italiana, è stato una persona veramente apprezzabile, rispettabile, autorevole. uno da prendere a modello.
peccato averlo avuto come capo solo per tre mesi ma il fatto di averlo percepito così di valore in un tempo così ristretto...fa pensare.
dopo di lui il nulla, zero totale, tabula rasa.
che peccato. che gran peccato...

2 commenti:

bera05 ha detto...

Non te la prendere, la situazione è tragica da tutte le parti! Fanno cose inimmaginabili, fuori da ogni logica umana di comportamento!Di fronte a certi atteggiamenti verrebbe da reagire però, ne vale la pena? Non ne vale la pena anche se a seconda del carattere ci si sta molto male. Io sono uno di quelli che di fronte ad un atteggiamento arrogante ed insensibile mi viene da starci male, questi invece sembrano godere!Penso che prima o poi faranno i conti con se stessi, con la propria arroganza, ignoranza,impreparazione, in quei momenti non vorrei stare nei loro panni!
Resisti!!!!!!!

Maria Chiara ha detto...

...hai detto bene caro Bera: arroganti, ignoranti, impreparati!
esattamente così! purtroppo per noi! :-(

+19 *** RACCONTAMI DEI FIORI DI GELSO *** ALINE OHANESIAN (o della fine del diciannovesimo libro nel 2017)

devo ammettere che nel leggere le prime cinquanta pagine ho arrancato un po'; non trovavo il filo del discorso, non mi raccapezzavo con ...