mercoledì 1 giugno 2011

30 MAGGIO 2011



quella di lunedì è stata una di quelle giornate da ricordare, da segnare sul calendario. 30 MAGGIO 2011.
non sarà difficile, in realtà, perchè il 30 maggio è anche il compleanno di un amico della quipresente ma nel dubbio il maritopreferito non ha buttato Il fatto quotidiano di quel giorno dove in prima pagina, a caratteri decisamente CUBITALI, campeggiava il titolo E ADESSO VATTENE.
al momento dell'uscita delle prima proiezioni la QP era al lavoro, ha esultato e qualsiasi cosa avesse potuto succedere, sarebbe stata insignificante.
avrebbero potuto prenderla a sberle a-due-a-due fino a farle diventare disapri, a calci in bocca con scarpe con la punta di ferro, a sprangate incandescenti sulla schiena...niente avrebbe potuto alterare il suo stato d'animo quel giorno. goduria piena e totale!
quello là le ha prese, questa volta, e sonoramente. una tranvata piena, completa, da capo a piedi.
come da copione consolidato, immediato è stato il declino di ogni responsabilità, ovviamente, giusto in linea con la frase detta due settimane prima, ovvero che le amministrative sarebbero state una verifica del suo buon governo, sul quale aveva messo la faccia al punto da essere capolista a Milano, davanti alla signora Moratti.

adesso non rimane che la ramata finale, con un quorum stratosferico per tutti e quattro i quesiti referendari.


^^^^^^^^^^^^^^l |^^^^^^^^^^| |P
| ♥12 13 GIUGNO VOTA SI PER DIRE NO♥ ||”"”;..\___.
|……_______________| l______________l _||__|…, ]P
“(@)’(@)”""""""*l'(@)l'(@)l """"""""""""""(@)'(@)""""'(@)

2 commenti:

extramamma ha detto...

Anch'io ero e sono ancora felicissima, sono contenta che qui a MIlano finalmente l'aria è cambiata.
Euforica!!!!!
e sono pronta al referendum, prontissima, e poi togliamoceli tutti dai piedi!

bera05 ha detto...

E' l'inizio della fine! Questi assurdi personaggi che ogni tanto nella storia non solo italiana sbucano fuori, possono anche per un periodo sembrare onnipotenti, però la presunzione,e l'arroganza, ed il senso di onnipotenza prima o poi si ritorce contro di loro e li porta miseramente a concludere male la loro vita, politica ed umana. Che proverà quando tutto quello stuolo di "comari" che si trova accanto per bieco interesse lo abbandoneranno nel momento del crollo?
Essere Uomini che coltivano i sentimenti, da sempre più faticosi, come la benevolenza, l'onestà, l'umiltà, ecc. però nel lungo termine riempiono il cuore,penso debba valere per tutti anche per i politici.
Ciao, giovane guerriera!!

+26 *** MA LE STELLE QUANTE SONO *** GIULIA CARCASI (o della fine del ventiseiesimo libro nel 2017)

ho letto questo libro in un paio di giorni, forse tre. ho fatto bene a scegliere di leggere prima la versione di Alice e poi quella di Carl...