giovedì 5 maggio 2011

REFERENDUM 2011 - PROPAGANDA SFACCIATA II

il messaggio gira su facebook da oggi...
la quipresente copia-e-incolla e rende noto che, oltre ad andare a votare il 12 giugno, fa e farà tutta la sua parte per diffondere informazioni che tanto danno fastidio a quello là, che corrispondono di solito ad aspetti legali, onesti, trasparenti e democratici del vivere civile).


Le statistiche dicono che tu non sai che il 12 giugno c'è il referendum, però non dicono che eviterai accuratamente di andarci fregandotene, fino a quando non ti accorgerai di pagare 100€ al mese per l'acqua potabile, di avere una centrale nucleare davanti casa, e di avere Berlusconi che si starà sbattendo tua figlia essendo non perseguibile.
Forse è meglio che voti SI a sti 4 c***o di referendum.

2 commenti:

Lara ha detto...

Brava Maria Chiara! Qui ci tengono all'oscuro di tutto volutamente. Le persone che non hanno internet o non si informano attraverso questo mezzo, sapranno cosa fare o che ci sono i referendum?
Bisogna diffondere il più possibile, lo sto facendo anch'io.
Ti abbraccio
Lara

Maria Chiara ha detto...

cara Lara,
da parte mia la propaganda è anche sanguigna, proprio per l'insofferenza verso tutto quello che viene da parte di quello, quindi ci metto del mio, ma comunque sia bisogna informare la gente, che sia di destra o di sinistra, giacchè acqua, nucleare e legge sono (purtroppo per loro) bipartisan!

un abbraccio a te!

+30 *** LA PICCOLA CASA DEI RICORDI PERDUTI *** HELEN POLLARD (o della fine del trentesimo libro nel 2017)

qualche ora fa avevo detto che sarei arrivata in fondo a questo romanzo da femmine e in effetti è successo e in tempi inaspettati.  nonosta...