lunedì 21 marzo 2011

REFERENDUM


la quipresente vota dal 1996. anzi, dal 1997. i 18 anni li ha compiuti il 30 agosto 1996, dopo quindi le elezioni del 21 aprile.
di referendum, da quel momento, ne ha vissuti relativamente pochi ma sempre difficili. come mai per dire NO si deve mettere la X sul SI e per dire SI la si deve mettere sul NO? in base al senso della domanda indicata, ok, ma semplificatela! sei favorevole al nucleare? NO! vuoi la privatizzazione dell'acqua? NO! sei favorevole al legittimo impedimento? NO!
invece qui le domande sono negative e quindi per dire NO dovremo mettere la X sul SI.
uffa! non è che lo fanno apposta?

comunque sia da qui al 12 giugno c'è tempo per programmare la giornata al mare in un giorno diverso da questo. non sia mai che tra vent'anni ci troviamo una centrale nucleare in casa, l'acqua del sindaco privatizzata e i delinquenti a piede libero ai posti di comando! (questo ce l'abbiamo già........)

2 commenti:

Lara ha detto...

Ancora una volta cercano di prenderci per ignoranza.
Mi chiedo: chi non naviga in rete, una discreta maggioranza cioé, come voterà a questi referendum?
Secondo me è lampante che se vince il No è perché hanno creato una confusione voluta.
Ciao cara Maria Chiara,
Lara

Berardo ha detto...

Stai tranquilla tanto una centrale nucleare in Italia non riusciranno a farla mai! Non riescono a fare quelle termoelettriche figuriamoci una nucleare. Anche per il referendum vedrai che si riuscirà a pubblicizzare la giusta risposta da dare. Ciao.

berardo

+30 *** LA PICCOLA CASA DEI RICORDI PERDUTI *** HELEN POLLARD (o della fine del trentesimo libro nel 2017)

qualche ora fa avevo detto che sarei arrivata in fondo a questo romanzo da femmine e in effetti è successo e in tempi inaspettati.  nonosta...