sabato 18 dicembre 2010

SCARPE SI'

Come qualche post fa ho parlato di quelle scarpe che proprio non mi piacciono e che non metterei manco sul tavolo dell'obitorio, queste qui sotto sono invece scarpe che già stanno nella mia scarpiera o che ho intenzione di far entrare molto presto.
le già inquiline (anche se non proprio queste) sono le scarpe da ginnastica, gli stivali, le stringate nere -nella veste dei Doctor Martens-, le pantofole -rigorosamente imbottite, sono una freddolosona!- e i sandali infradito.
le altre, quelle super taccate, non hanno ancora varcato la soglia di casa ma ho deciso che saranno le prossime.
tocca spararsi queste cartuccie prima che il tacco sia troppo alto, prima che le schiena respinga l'idea di mantenere l'equilibrio, prima che gli avanpiedi non ne vogliano sapere di reggere tutto il peso!


1 commento:

Lunga ha detto...

Io ho abbandonato il supertacco, o meglio, l'idea del supertacco, ho un paio di stivali con il tacco alto nuovi nuovi ma saranno gli ultimi!

+33 *** SE UNA NOTTE D'INVERNO UN VIAGGIATORE *** ITALO CALVINO (o della fine del trentatreesimo libro nel 2017)

la prima definizione che mi viene da dare a Calvino e a questo libro è geniale . non ne trovo altre di più adeguate. solo che c'è un pr...