sabato 4 dicembre 2010

SCARPE NO

ho letto da qualche parte che solitamente le donne hanno più scarpe di quante occasioni abbiano in realtà per poterle indossare.
vero.
se però c'è sempre un'eccezione che conferma la regola, io sono quella. e non solo per le scarpe, quando si parla di cose da donne.
un po' per aver sempre avuto a disposizione una, due scarpe per tipo (da ginnastica, da pioggia, per la spiaggia, da montagna....), o almeno aver avuto la sostituzione del paio in questione a un certo livello di usura (mai comprato due paia di scarpe da ginnastica, per dire, a distanza di un mese uno dall'altro); un po' per una questione di budget; un po' perchè tendo ad accumulare, prima dell'uso, altre cose. per esempio i libri. quando vado in libreria ne esco sempre con un sacchettino e almeno un libro comprato.
ho sempre preferito, da quando ho iniziato a fare qualche lavoretto per rendermi indipendente e pagarmi la palestra e qualche sfizio, fare shopping libresco che di vestiti. e non per far la parte dell'intellettuale, per darmi un tono (manco so come ci si dà, il tono) o cosa... semplicemente lo preferisco e basta!
ovviamente, e lo dico per dovere di cronaca e per non far passare i miei genitori come cerberi, quando facevo i capriccci anche da adolescente, alla lunga la vincevo e dai e dai, le Stan Smith, il bomber o i Levi's 501 chiari, con l'orlo ritoccato per avere 3 cm di caviglia scoperta, li ho avute anche io.
non sono quindi venuta su tra stenti e desideri negati.

detto ciò, qualche giorno fa mi sono divertita a cazzeggiare su polyvore e a mettere insieme un po' scarpe che non mi comprerei mai, a costo di andare scalza!
scomodità (quando il tacco è esagerato) o estetica, fanno di questi modelli (ma ce ne sarebbero a quintalate) proprio il tipo di scarpa che non trova la mia approvazione e che, la dirò tutta fino in fondo, se vedo ai piedi di qualcuna, alzo il sopracciglio, tra lo schifato e il non so nemmeno io cosa!
e voi che ne dite?

5 commenti:

Ninfa ha detto...

Io sono l'altra eccezione che conferma la regola! Le compro anch'io, sì, ma non ho quella venerazione che spinge certe donne ad accumularne decine e decine. Come te invece tendo ad accumulare libri. A quelli proprio non riesco a rinunciare, solo da quando ho aperto il blog, c'è stato un calo nel mio "shopping libresco".Certo che hai trovato proprio delle scarpe orribili...quelle più simpatiche, secondo me, sono gli stivali "da ginnastica"... per le ragazzine, logicamente!

Lunga ha detto...

Mi trovi d'accordo. Anche io non sono venuta su così perché mi privavano del capo all'ultima moda, semplicemente non mi interessa! Questo per scarpe, borse & co.

Maria Chiara ha detto...

...è bello sapere di non essere l'unica "matta" che preferisce libri a vestiti!!! :-)

mimì ha detto...

Gesù!Ma fanno schifo tutti sti modelli!Le scarpe mi piacciono,ma ne posseggo in toto otto paia,quindi credo di essere nella media.I tacchi proprio non riesco a portarli se superano i sei centimetri.

scricciolo ha detto...

Tacchi? Io vivo in scarpe da ginnastica :D
E si, lo ammetto, compro un sacco di libri... ma ne leggo talmente pochi che anche in questo caso i soldi mi sembrano sprecati!
Ah! Ritornando al tema del post: bhè ovvio, nessuna di quelle neanche x me :P

+30 *** LA PICCOLA CASA DEI RICORDI PERDUTI *** HELEN POLLARD (o della fine del trentesimo libro nel 2017)

qualche ora fa avevo detto che sarei arrivata in fondo a questo romanzo da femmine e in effetti è successo e in tempi inaspettati.  nonosta...