mercoledì 8 settembre 2010

PARAGONI

mi capita spesso di surfare da un blog a un altro, cliccare su un link presente sui blog dove passo a far visita quotidianamente, in base agli aggiornamenti che i fedd mi comunicano.
molti gli argomenti, tanti i volti. la stragrande maggiornaza dei blog è curato da donne. e per questo non c'è da stupirsi se l'argomento dominante siano la maternità, la gravidanza, l'essere madri di figli di varie età anagrafiche con tutto ciò che questo comporta.
a parte questo, leggendo qua e là, pur non essendo una scopritrice di talenti, mi accorgo di talenti nascosti, facilità di espressione di pensieri incredibile. c'è in giro gente che ne avrebbe di cose da dire e bene.
al che scatta il paragone.
e qui casca l'asino. anzi, l'asina.
ci sono volte -molte- in cui mi sento analfabeta e mi domando cosa mai mi avrà spinto ad aprire un diario digitale, per scriverci sopra cosa, poi...
e siccome in questi giorni sono in fase sacco vuoto, son qui a parlarne.
esorcizzazione? forse.
ricerca di ispirazione? mah.
testa disabitata? sicuramente.

5 commenti:

Bridget ha detto...

MC, ma ogni tanto è anche bene prendersi una sana pausa dai pensieri profondi. No? ;)
Anche nei tuoi momenti da "sacco vuoto" c'è cmq sempre dentro qualcosa. ;)

mimì ha detto...

Carissima,
e se ti dicessi che sotto sotto,ma pure sopra sopra ognuno di noi è attanagliato da questo dubbio circa tre volte a settimana?Almeno io lo sono.Sorriso incoraggiante per entrambe.

Maria Chiara ha detto...

bridget - forse è talmente leggero che nemmeno lo avverto, che c'è!
:-)

mimì - bene. mi consolo! baci a te!

Lunga ha detto...

è il blocco dello scrittore... il che fa di te una scrittrice, giusto???? ognuno mette del suo nei blog, e tu credo l'abbia creato per questo. per metterci un pò di te (e per farmi sbavare sui tuoi racconto di montagna!!!)

Maria Chiara ha detto...

lunga - grazie dell'appellativo, mentre io ringrazio te per l'apprezzamento dei miei racconti di montagna!!!!

QUELLE GIORNATE UN PO' COSI'

...capitano ogni tanto, capitano a tanti, forse a tutti. ieri è stata una di queste giornate, per me. ho lavorato dalle 13 alle 18, parla...