lunedì 29 marzo 2010

MALATTIA...UTILE!


questa mattina ho timbrato l'uscita dal lavoro 4 ore prima rispetto al previsto, due ore dopo essere entrata. il fisico mi ha abbandonato, da un paio di giorni mi dava qualche avviso, per cui ho dovuto usufruire per la prima volta della "malattia". adesso sono a casa, con un certificato valido da oggi al 31 marzo, già faxato e spedito in racconamdata. diagnosi: influenza gastro-intestinale, senza però -ancora, per fortuna- i suoi sintomi caratteristici. quello che mi porto addosso è sensazione di pressione arteriosa sotto i piedi, giramenti di testa, gambe spezzate. il tutto accompaganto da una fame incredibile, con sogni di mangiare tutto il proibito del caso. com'è che succede sempre così? mi dovrò attenere a riso in bianco, patate e carote lesse, banane e mele per tre giorni. aiuto!
se tutto va bene, tornerò operativa il 1° aprile, speriamo non per scherzo!
in queste ore di riposo forzato mi sono così dedicata al mio libro e sono andata un po' avanti. ho notato che una volta partite, le dita si muovono da sole sulla tastiera e i pensieri escono spontanei, così come gli aggettivi e le descrizioni che sembra abbiano bisogno solo del via, del motore riscaldato, dei penumatici tenuti in caldo come nella formula 1 per andare e autogestirsi.
...e vabbè che la salute è la prima cosa, ma se per tornare a scrivere bastano tre giorni di malattia, peccato scoppiarne così!

2 commenti:

Bridget ha detto...

Stai scrivendo un libro???
Posso essere il tuo agente?!! =O)

Maria Chiara ha detto...

...è sempre lo stesso, che procede a rilento ma procede!
per l'agenzia ci possiamo mettere d'accordo!!!!
:o)

+33 *** SE UNA NOTTE D'INVERNO UN VIAGGIATORE *** ITALO CALVINO (o della fine del trentatreesimo libro nel 2017)

la prima definizione che mi viene da dare a Calvino e a questo libro è geniale . non ne trovo altre di più adeguate. solo che c'è un pr...