lunedì 22 marzo 2010

MA A ROMA C'E' LA CRISI?

tutti i lavori danno la possibilità di vedere campioni di mondo rilevanti, interessanti, divertenti, singolari...
il campione di mondo che telefona a un servizio clienti in qualsivoglia giorno della settimana è quindi una bella fotografia dell'umanità, specie se la telefonata arriva il sabato. evidentemente i clienti, non avendo cose urgenti da fare, non essendo in pausa pranzo con i minuti contati, non avendo orari dettati da agende piene e traboccanti, sono rilassati e hanno più tempo...di parlare.
sabato ha chiamato un utente che, risolto il problema, si è domandato a voce alta da dove rispondevo.
da roma, ho detto. ah, e come va a roma? si sente la crisi?
il cliente in questione chiamava da varese, per cui dalla stessa parte di mondo in crisi economica in cui è inclusa roma. almeno se la geografia non è diventata un'opinione con i recenti tagli all'istruzione.
per evitare argomenti incongruenti al vero motivo della chiamata ho tagliato corto, anche se avrei volentieri ribattuto domandando ma quale crisi? non c'era, quando c'è stata è stata velocemente superata e se per caso ce ne fosse adesso qualche rimasuglio, si tratterebbe di robetta da nulla... il vostro presidente del consiglio è anche il nostro, sa? le ****ate che sentiamo a roma sono le stesse che sentite voi a varese, o no?
poi però ho desistito, per etica professionale e per non perdere il posto visto che con la crisi che c'è un altro sarebbe difficile da trovare!

2 commenti:

Bridget ha detto...

=O)

Lavorando con il telefono (anche se in maniera diversa dalla tua) ho notato che in realtà la gente ha bisogno di parlare con qualcuno e soprattutto di essere ascoltata... mah... che tristezza.
Cmq, dai, almeno ti ha fatto sorridere? ;)

Maria Chiara ha detto...

certo che mi ha fatto ridere, ma questo è niente...c'è chi ti parla e tu fai fatica a restare seria!!!
comunque il fatto che si cerchi qualcuno con cui parlare tra chi risponde ad un'assistenza clienti non è un po', ma molto triste...
chissà cosa c'è dietro a questa gente...

+33 *** SE UNA NOTTE D'INVERNO UN VIAGGIATORE *** ITALO CALVINO (o della fine del trentatreesimo libro nel 2017)

la prima definizione che mi viene da dare a Calvino e a questo libro è geniale . non ne trovo altre di più adeguate. solo che c'è un pr...