venerdì 8 gennaio 2010

PASSAGGIO DI CONSEGNE

in questi primi giorni del 2010 si stanno già consumando un po' di prime volte. niente svolte epocali, niente cambiamenti a 360°. forse un po' sì, ma tutte cose strettamente umane, concrete.
tra qualche giorno apporrò una bella firma sotto un nuovo contratto di lavoro a tempo indeterminato part-time. a quasi cinque anni di laurea compiuti, presto potrò dire di aver trovato una collocazione non precaria, stabile, che mi farà dormire sonni tranquilli, senza l'incubo di contratti a termine, opprimenti come incudini legate ad una corda logora che penzolano sopra la testa. nel frattempo, visto che da settembre avevo trovato lavoro presso un gruppo editoriale, da un paio di giorni sono alle prese, alternandomi con la titolare della sedia, con il mio primo training somministrato. non mi era mai capitato, men che meno per un lavoro per il quale anche io sono ancora in fase di apprendimento. però oggi l'ho fatto, m'è piaciuto e ho ritrovato dentro di me la scintilla che mi fece studiare per diventare colei che forma i lavoratori. chissà che da qui non si accenda il resto della miccia e si scateni una fiamma. staremo a vedere.
il suddetto training ha dato mi pare buoni risultati nella somministrata ma catastrofici nella quipresente, stamane arrivata in ufficio già debilitata vocalmente: da un'ora circa presento uno stato di afonia quasi completo, al 94,7% se dovessi esprimermi in numeri. risultato: locabiotal da somministrare 3 volte al dì e chiacchiere bandite. non faccio fatica a starmene zitta, pur essendo donna e mi va bene che domani è sabato e non si lavora, altrimenti sì che passerei al training autonomo, ovvero lo sbroglio delle questioni telefoniche senza mio intervento diretto, a meno di comunicare solo via e-mail! complimenti a Veronica, comunque! :o)

1 commento:

Bridget ha detto...

Bene, bene... Buon inizio di questo 2010 e di questa nuova avventura!! Nessuno meglio di me ti può capire... io sono ancora "salva nel precariato", a fine mese staremo a vedere... =o/

TI FIDI DI ME?

...e questa può sembrare la famosa domanda che Jack rivolge a Rose sulla punta della prua del Titanic, quando volano per mano davanti all...