giovedì 14 gennaio 2010

CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO PART-TIME



la quipresente scrive oggi con sul groppone il suo secondo giorno da dipendente a tempo indeterminato part-time e il peso di un contratto così pregnate si fa già sentire. eccome se si fa sentire. dei 18 giorni di formazione full-time che attendono me e altre tre colleghe new entries, due si sono già compiuti e il risultato del secondo (giorno) è un cervello devastato, pieno di nozioni posate qua e là che prenderanno posto e troveranno la loro precisa collocazione col passare del tempo. un cervello posato su un corpo che, passate le otto ore di tensione emotiva con alveoli cerebrali aperti a 360°, si è ritrovato spossato come dopo la doccia rigenerante, alla fine di una giornata in montagna. tutta salute, quella, come tutta salute è questo lavoro, arrivato con una tipolgia tale che in un momento storio-socio-economico come quello che stiamo vivendo più o meno tutti, è altro che manna. fare del mio meglio, dare il massimo, lavorare bene (come ho fatto in tutte le altre parti fino ad ora, per altro) lo vedo com l'unico, il miglior modo tra molti per ricambiare il Mittente di questo dono ricevuto.

Grazie,
M.C.

4 commenti:

bera ha detto...

Auguri affettuosi per questa nuova avventura!
Ciao.

berardo

MAURIZIO ha detto...

Rcordi quando non "vedevi" la linea dell'orizzonte? Buona avventura :-)
Un abbraccio

Maria Chiara ha detto...

Bera - grazie caro!!!

Maurizio - ricordo, ricordo...infatti in questi giorni son tutta un "grazie" per il Capo della baracca... :o)

Emanuele di Alba (CN) ha detto...

Un saluto affettuso carissima e tanti cari auguri per questa nuova avventura!! Proprio un dono di Dio il lavoro.

+33 *** SE UNA NOTTE D'INVERNO UN VIAGGIATORE *** ITALO CALVINO (o della fine del trentatreesimo libro nel 2017)

la prima definizione che mi viene da dare a Calvino e a questo libro è geniale . non ne trovo altre di più adeguate. solo che c'è un pr...