mercoledì 23 settembre 2009

LA RUOTA RI-GIRA



nel giro di una settimana la mia vita si è movimentata parecchio. 7 giorni fa esatti ero in ospedale, nel giorno dopo un piccolo intervento che ha risolto tutto quello che c'era da risolvere. ringrazio i fautori della risoluzione. il giorno dopo l'intervento un amico mi telefona, ignaro dello stato in cui versavo, per propormi un lavoro in un gruppo editoriale. una sostituzione, di 6 mesi, occhei, ma un lavoro.
detto fatto. il tempo di uscire e lunedì faccio il colloquio per capire, mi prendo un giorno per decidere e da oggi eccomi là, dietro la sesta scrivania della mia carriera lavorativa. dopo otto mesi di astinenza da bonifici bancari a mio favore, avevo bisogno di far prendere aria mattutina e serale a membra e cervello.
stamattina mi sono così ritrovata elemento costituente di quel popolo migratore che quotidianamente attraversa roma per dritto e per traverso, sottoterra, come un branco di topolini indaffarati, più o meno assonnati, assorti nella lettura, nell'ipod, in chissà quali pensieri...
una giornata passata con le orecchie tese, gli occhi spalancati e la mente porosa per poter assorbire tutto l'assorbibile, tant'è vero che sono tornata a casa ubriaca. ubriaca, stanca ma contenta. (essì che una settimana fa ero in ospedale a smaltire l'anestesia totale, per cui posso mooolto dirmi soddisfatta delle mie performances).
così la ruota ha ripreso a girare, in un senso stavolta che me gusta mucho, un campo per me nuovo ma che mi attira e mi stimola.
vedremo com procederanno le cose. per ora ho iniziato col sorriso e mi sembra già una cosa molto buona!

5 commenti:

caia coconi ha detto...

in bocca al lupo!!!
anch'io lavoravo in ambito editoriale... era la mia dimensione, tra libri e parole!

continua a sorridere, quando la ruota gira non la devi fermare!
bacio

Bridget ha detto...

Olè!!!
Sono proprio contenta che il primo giorno di lavoro sia andato benone! ;)
Carina l'immagine dei topolini. Mi sono immaginata la scena di uno dei cartoni di Walt Disney, tipo "Bianca e Bernie"...Bene, da oggi in poi, ogni giorno mi sentirò un po' Bernie... e la prenderò col sorriso! =o)

Maria Chiara ha detto...

caia - è sempre un piacere trovare tracce del tuo passaggio. concordo sul sorriso e la ruota in movimento! :-)

bridget - ciao bernie! domani quando entrerò nei bassi-fondi romani ti penserò! :-)))

Emanuele (Alba) ha detto...

Un carissimo augurio Maria Chiara a tutto tondo! Per la salute ed il lavoro. Sono proprio felice della svolta. Ho una libreria da paura e quando sono a Roma spesso vado o dal Mel Bookstore o alla Feltrinelli. Facci conoscere le tue avventure. Sono sintonizzato!!

Un bel sorriso è proprio quello che ci vuole soprattutto quando il lavoro diventa un pò pesante come dalle mie parti in questo momento

Ti pensiamo anche noi!!!! Farai proprio come il topolino in Giù per il tubo (e sì in inglese metro=tube) anche io l'ho fatto nei miei anni universitari...un pò Roma mi manca...

Emanuele (Alba)

spiderfedix ha detto...

io adoro il fiume di gente immersa nei propri pensieri, nelle proprie leture, nei propri ascolti...ed osservare tutto questo movimento nella "sordità" delle cuffie...wow!
e cmq congratulazione per il lavoro!!!

TI FIDI DI ME?

...e questa può sembrare la famosa domanda che Jack rivolge a Rose sulla punta della prua del Titanic, quando volano per mano davanti all...