martedì 12 maggio 2009

CREPES FRANCESI A ROMA


sia io che il maritopreferito, nonchè altri amici, andiamo pazzi per le crepes del nostro amico Emmanuel, francese d.o.c.g. che ha avuto modo di viziarci alla sua ricetta in otto anni di vita vissuti a roma.
da un anno, però, siamo lontani perchè lui è tornato in patria, a montpellier, per stare insieme a sua moglie Annick.
ma venerdì scorso ci siamo ritrovati come tante volte negli anni passati, per stare insieme e deliziarci il palato con la ricetta segreta dello chef!
la nostra piccola cucina è diventata laboratorio e sala di intrattenimento -siamo stati tutti e 7 lì dentro, insieme, mentre Manu cuoceva, perchè volevamo stare tutti insieme,non ci piaceva stare divisi tra sala e cucina!
una pasta italiana, all'amatriciana, ha preceduto le crepes dolci ai gusti di nutella, zucchero-limone e marmellate varie.
come sempre, gran finale con crepe con marmellata all'arancia e grand marnier dato alle fiamme...
speriamo di ritrovarci presto, in questo stretto gemellaggio italo-francese, nel frattempo ho preso nota della ricetta segreta dello chef Manu che presto farò, avendo anche ereditato la sua padella prediletta!

3 commenti:

caia coconi ha detto...

ma la ricetta è segreta segreta???

:occhiettolanguidoecigliabattenti:

Bridget ha detto...

Che bontà!!!
Stavo pensando anch'io di utilizzare la ricetta segretea già dalla prossima settimana! =o)

Maria Chiara ha detto...

caia - la ricetta la rovi sul tuo blog....

bridget - anche noi presto ci cimenteremo nelle crepes senza manu....chissà che sapore avranno senza la mano dello chef!!!!

+33 *** SE UNA NOTTE D'INVERNO UN VIAGGIATORE *** ITALO CALVINO (o della fine del trentatreesimo libro nel 2017)

la prima definizione che mi viene da dare a Calvino e a questo libro è geniale . non ne trovo altre di più adeguate. solo che c'è un pr...