venerdì 6 febbraio 2009

QUI ED ORA

Oggi è venerdì ed è già passata una settimana dalla fine del mio lavoro.
Non sono qui a contare i giorni e le ore, è solo una constatazione. Fatta ieri anche la constatazione che non avevo ancora avuto le delucidazioni promesse "perchè te le dobbiamo, almeno quelle!" 7 giorni prima dal team leader, questa mattina invece di buttarmi subito nelle faccende donnesche, ho chiamato le mie amiche ex colleghe.
Mi sono catapultata all'istante con loro: potevo vedere attraverso la cornetta come era seduto chi mi aveva risposto all'interno che avevo chiamato, immaginare cosa stava succedendo dai rumori in sottofondo, fare mie le emozioni di chi mi parlava dalle parole che mi diceva...
Mi sono deliziata con descrizioni di frasi pietose e superiori a qualsiasi fantasia che le mie ex si sono sentite rivolgere, provando una grande comprensione per loro, accompaganta da amarezza ulteriore al vedere come gira il mondo delle multinazionali e come si comportano le persone, da un certo livelo in su, che le popolano. La mia ex multinazionale compresa.
Amarezza e delusione restano, ma sono prevaricate oggi dalla sensazione di essere al posto giusto ora, qui, a casa, con la pentola a pressione che sta...pressando il minestrone fantasioso, fatto delle verdure che avevo in frigo e che a caso ci ho cacciato dentro, sommerse di acqua...
Ho fatto il letto, cotto i broccoletti per le orecchiette di oggi a pranzo, bagnato i ciclamini del balcone e sentito che va bene così, adesso, qui sono e questo va bene. Qualcosa succederà, certamente, e questa sosta forzata ha un motivo che Qualcuno mi aiuterà a gestire, visto che alla fin fine rientra tutto in vari progetti già pensati, per qui non mi preoccupo.
Come dicevo ieri, domani è un altro giorno, e si vdrà.

2 commenti:

Emanuele da Alba (CN) ha detto...

Carissima Maria Chiara!

Grazie per la tua testimonianza. Credo che stai vivendo bene il tempo presente pur tra la comprensibile fatica. Noi ti seguiamo tutti i giorni. Anche io ho vissuto personalmente queste situazioni ma In Alto Qualcuno si è preso cura di me come si prende cura di te e il tuo marito preferito. Contaci! Veramente sarebbe proprio bello conoscervi personalmente e davvero ci speriamo. Io qui lavoro anche troppo e talvota sono sfinito ma il tuo titolo QUI ED ORA mi ha proprio tanto colpito perchè è un modo di vedere tutto quello che ci succede con la prospettiva di vivere intensamente il presente e basta. Ti salutiamo con affetto

Emanuele e Claudia da Alba (CN)

Maria Chiara ha detto...

Emanuele - CARPE DIEM!

+33 *** SE UNA NOTTE D'INVERNO UN VIAGGIATORE *** ITALO CALVINO (o della fine del trentatreesimo libro nel 2017)

la prima definizione che mi viene da dare a Calvino e a questo libro è geniale . non ne trovo altre di più adeguate. solo che c'è un pr...