giovedì 17 luglio 2008

SENZA TITOLO!

Ho la mente in confusione. Come qualche giorno fa non avevo altro che idee spumeggianti in testa ed ogni minuto passato lontano dalla tastiera mi sembrava tempo sprecato (ho dato inizio al mio progetto, lo confesso!), adesso le idee per il progetto permangono, mentre quelle per il mio diario digitale sembrano scarseggiare. (Premetto ciò per esonerarmi da proteste che non sentirò e che baleneranno nella testa di chi mi legge ora per rimbalzare sullo schermo del pc, magari ultra piatto:0).
Inoltre nei giorni scorsi ho vissuto varie prime volte al lavoro: premi produzione, riunioni di team building...e continuerò a breve, andando a lavorare anche dopodomani, sabato. Non so quale sarà la ricompensa, non so di che natura. Nel mio stato contrattuale, non potevo tirarmi indietro alla richiesta arrivata dai piani alti, comunque saremo là, in quattro, a salvare la patria americana che mensilmente ci fa riempire la dispensa!
Non salto all'idea (chi salterebbe?) e non tanto per la rinuncia al sabato come giornata libera dall'andare in ufficio, scadenzata da ritmi e momenti ciclici che puntualmente constato, quanto per il fatto che alla mente confusa di prima, si aggiunge anche una stanchezza fisica non da poco, per cui mi ridurrò a godere dell'abbraccio del copriletto (=dormire) solo domenica.
Oggi però, al limite del limite temporale richiesto al capo, ho ricevuto la bella notizia che dal 15 al 31 agosto sono libera, free, in vacanza. Così potrò fare compagnia a mio marito (in licenza obbligata dall'1 al 31, povero lui!!!) e dedicarmi alla tintarella...!
Manca ancora un mese tondo rotondo a quel momento, ma passerà velocemente, dopo di che la mia visione della vita sarà più o meno questa:
Pazienza!

3 commenti:

Bridget ha detto...

Ciao MC,
beh, almeno con il sacrificio di sabato ti sei guadagnata 15 giorni di vacanza!!=o)
Io spero di avere questa visuale almeno per qualche ora in questo week-end...chissà...

PS: "Progetto"... ??

Maria Chiara ha detto...

ciao Bridget,
hai detto bene, anche se non credo (o x lo meno voglio sperare) che non mi avrebbero dato le due setimane se non si fosse verificata la necessità di sabato...
Cmq ora sono a casa nella degenza post operatoria da estrazione di neo...ho un sonno: stamattina sveglia alle 5!
Il progetto di cui parlo è un libro... :0)

baci

Maurizio ha detto...

Beh, i sacrifici allora pagano? O no? Io vivo nella certezza che paghino... magari un giorno (spero per me - ma anche per te - a breve) ti spiegherò nei dettagli... ma è qualcosa che ha a che fare con il lavoro (benedetto lavoro). Per ora... spero che arrivi subito il momento della tua tintarella.
A presto

+33 *** SE UNA NOTTE D'INVERNO UN VIAGGIATORE *** ITALO CALVINO (o della fine del trentatreesimo libro nel 2017)

la prima definizione che mi viene da dare a Calvino e a questo libro è geniale . non ne trovo altre di più adeguate. solo che c'è un pr...