venerdì 30 maggio 2008

TRAENDO SPUNTO QUA E LA'


Ho appena salutato Marco che sta per raggiungere via dei Fori Imperiali.
Le forze armate nella notte si muoveranno, sfilando in prova generale per il 2 giugno.
Notte sola, quindi, iniziata con una pressochè totale quanto insolita assenza di sonno. Eppure il venerdì sera è normalmente catastrofico per le mie forze.

Comunque sono qui e penso. Penso a come questo mondo virtuale che è la rete, dove sembra di conoscersi e invece non si sa nemmeno che voce ha l'altro, sia di aiuto, spesso e volentieri, per riflettere.
Basta una frase, una canzone, un link, un commento e un pallino tira l'altro, la testa inizia a frullare, associa, elabora, scarta, giudica, commenta...
Solitamente mi succede con spunti positivi, frasi, esperienze di vita che mirano a qualcosa di purtroppo non convenzionale x il nostro vivere quotidiano, quale potrebbe essere, dico un titolo, la reciprocità; spunti di riflessione di persone che cercano di migliorare prima di tutto il pezzo di mondo di cui fanno parte. Non per loro stessi, per star meglio e basta. Per il mondo! Imprese ardue, eroiche spesso, ma non impossibili (ne ho le prove perchè conosco qualcuno che ne parla e non mi risulta essere in possesso di passaporto marziano!)

E allora, se un solo pensiero di questo tipo può avere questo effetto su una persona che lo sfiora anche solo in questo mondo virtuale ed etero, cosa succederebbe se più persone parlassero di cose belle ad altrettanti interlocutori e le imprese eroiche diventassero sforzo quotidiano di più individui?
Secondo la teoria della paglia che brucia vicino al fuoco, beh, gli effetti sarebbero...positivamente devastanti...!
Allora forse conviene avere sempre un accendino in tasca, visto mai che non ci si imbatta in qualche altro aspirante piromane munito di paglia e....

giovedì 29 maggio 2008

MASSIME SERALI

Ascoltando Don't worry, be happy in questi minuti, il mio saggio marito ha esclamato:

Nella vita,
per non aver spavento,
non guardare l'elefante
con la lente d'ingrandimento


E questo è quanto.
Punto.

domenica 25 maggio 2008

ANGELO E MICOL


Ieri mattina due nostri amici hanno dato vita ad una nuova famiglia!
E' da qualche mese che attorno a noi le cose si evolvono e nascono nuove casette...e certamente per il fatto di essere famiglia noi ormai da quasi otto mesi, ha tutto un altro sapore condividere la gioia di questo momento con gli sposi!
Che bello vedere un sogno realizzato, l'inizio di una nuova avventura familiare, l'amore vincente su tutto, la gioia traboccante...!
Auguri Angelo e Micol!

giovedì 22 maggio 2008

ASFALTO BLU


Roma, ore 16.30. Cinecittà, in ufficio, nell'american firm
Dico:"quando dovremo uscire verrà giù il mondo! vedrete!"
Detto-fatto, nel giro di cinque-minuti-cinque s'è scatenato l'ennesimo putiferio atmosferico sopra la capitale, già ribaltata negli ultimi due giorni, praticamente ininterrottamente. Cosa diavolo hanno combinato Lassù non lo so, fatto sta che è venuta giù a secchi, con qualche chicco di grandine pure.
Dopo una mezz'oretta d'acqua, s'è fermato tutto e, giunta l'ora di uscire, è spuntato il sole.
Esco. Via Tuscolana, piena di traffico delle cinque.
Mi dirigo verso la metropolitana e vedo il cielo sull'asfalto. Giuro.
Il cielo si era schiarito, l'asfalto grondava acqua, era uno specchio ed era tutto azzurro. Aria pulita, temperatura ottimale (mi piace sentire cosa mi dice l'aria coi suoi componenti...n.d.R.) e a passeggio per il cielo, ma coi piedi per terra!
Che fine giornata memorabile!!!!

mercoledì 21 maggio 2008

ALLE 10 DELLA SERA...


Mi sono rimessa il dvd delle foto del matrimonio, poi del viaggio di nozze...
Il tutto mi sembra lontano miliardi di anni, ere...eppure è successo tutto nemmeno 8 mesi fa. Il 29 saranno 8 mesi.
Rivedo le foto e ricordo il 29 settembre come l'emozione, la prima vera, affacciatasi nella mia vita. Meraviglioso che l'altra persona a vivere con me quell'emozione sia stato Marco e non un altro su questa Terra.
Penso a questo fatto, a lui con me quel giorno, ora e per sempre e provo un senso di infinito dentro, come prendere coscienza dell'unicità che mi e lo caratterizza...e che rende il tutto, questa vita che abbiamo iniziato insieme, altrettanto unico. Non ci sono stati altri noi prima, non ce ne saranno dopo.
Questo mi dà un senso di vertigine, di voragine dentro di me. Mi scopro stupita della capacità di questi pensieri, di queste sensazioni...ma non ne sono io l'artefice, è evidente. Una sensazione che è fuori da me, che non proviene da capacità terrene, concrete...
Non so spiegarla, è così. Punto.

venerdì 16 maggio 2008

ROCK & OPERA

Ho trovato questo video su YouTube...ed è incredibile come la voce di BONO sembri un'altra quando non canta in inglese...
...e quanto mi piace la sua faccia quando il pubblico lo sente cantare in italiano...!



Comunque sia, qualsiasi cosa canti, in qualunque lingua, resta un grande, il Bono...

venerdì 9 maggio 2008

CENSIMENTO


Sono Maria Chiara, da Roma. Genovese trapiantata a Roma. Si sa. O meglio, chi passa da queste parte più o meno assiduamente, lo sa. Se ne sarà accorto, anche perchè più di una volta l'ho scritto e riscritto!
Ma dall'altra parte dei cristalli liquidi chi c'è?
Chi è che a colpi di mouse arriva a me e mi legge?
Sono curiosa di sapere chi siete, ebbene sì.

Qualcuno lo conosco, qualcuno è un blogger, qualcuno un familiare, qualcun altro è certamente a me ignoto del tutto, se x caso non ha mai nemmeno lasciato traccia di sè qua sopra.

M'è capitato di conoscere personalmente una persona che mi leggeva a mia insaputa ed è stato bello. Un modo inconsueto di entrare in contatto, visto che dalla'ltra parte si conosceva tanto di me...

Ora però "voglio di più", mi piacerebbe sapere chi c'è e da dove...tipo come quando alla radio dicono Ciao, chi sei e da dove chiami?
Lasciatemi un segno, una firma, una provenienza, cosa fate e xkè, magari...
Questa volta voglio che a scrivere qualcosa siate voi!!! :->

martedì 6 maggio 2008

QUALCOSA CHE NON C'E' - Elisa

Già ho detto qualcosa di questa canzone e di quello che mi suscita.
Anche ora, come quella volta che ne parlai, me la trovo nel cervello, tra le mie terminazioni nervose, tra le dita, nelle orecchie...e allora eccola qua, a farmi ancora e sempre lo stesso effetto.


lunedì 5 maggio 2008

DOPO APRILE VIENE MAGGIO, E INFATTI...

Lunedì sera, fuori pioviggina all'irlandese, con una temperatura quasi calda. Mi dà fastidio questo tempo, solitamente. Tanto più oggi, adesso, che non si capisce quale sia la stagione.
Siamo a maggio, dice il calendario. Lo dice anche il mio contratto che è scaduto ed è stato rinnovato x tre fantastici, emozionanti mesi, nei quali ad un certo punto tornerò a fare i conti con l'avvicendarsi del 31 luglio e a domandarmi e domandare ad altri, per esempio i capi, cosa vorrano farne di me.
Chissà come sarà quando e se mi diranno "grazie tanto, il tuo tempo qui è finito". Non riesco ad immaginarmelo, quel momento, eppure è così probabile, così vicino, anche, così non previsto ma nemmeno escluso; potrebbe verificarsi alla fine di questi tre mesi primaver-estivi. In fondo, a chi mi sta tenendo con sè da quasi due anni, ormai, servono due mani e una testa, ma chi mi dice che x loro non sia lo stesso se queste mani e questa testa sono mie o di un pincopallino qualsiasi?

L'evento a cui penso adesso potrebbe verificarsi, è vero, ma c'è anche la possibilità di sentirmi dire "siamo pazzi di te, delle tue manie del tuo cervello, ti proponiamo di stare con noi per la vita!"...
Preferirei sentirmelo dire col cervello in ballo, detto x inciso...

Non so perchè ho questi pensieri in testa. Veramente ho guardato fuori dal vetro, la cupola di san Pietro nel grigio delle sette e mezza di sera, che ormai di solito è in pieno tramonto, e ho pensato che invece di maggio sembra ottobre, che invece siamo davvero a maggio e che il mio contratto è stato rinnovato e avanti.

Che pensieri a volte ti tira fuori una scena del genere...

+30 *** LA PICCOLA CASA DEI RICORDI PERDUTI *** HELEN POLLARD (o della fine del trentesimo libro nel 2017)

qualche ora fa avevo detto che sarei arrivata in fondo a questo romanzo da femmine e in effetti è successo e in tempi inaspettati.  nonosta...