sabato 22 dicembre 2007

Sabato pomeriggio...


...in un dopo pranzo seguito a una mattina di lavori di casa. E' questo il momento, per me, da dedicare alle faccende.
Non nascondo che mi piacerebbe farlo in momenti diversi. Vorrebbe dire essere "casalinga"...ed ebbene sì, non mi dispiacerebbe affatto.

Marco è di là che lava i piatti e intanto canta l'inno nazionale (non so perchè, ma quello è!), tra scrosci d'acqua e botte di piatti che si scontrano.
Tra un po' usciamo, ultimi, indispensabili, economici e soprattutto utili regali natalizi respirando biossido di carbonio romano, quasi vaticano. Chissà che un po' di santità mista a quelle polveri aleggianti non ci invada e ci renda più buoni!

Mi pesa sulla crapa l'incarico di pensare anche per gli altri; ieri sera mio padre, sulla A1 direzione Roma, mi chiama dicendo: cosa regalo a tua mamma?
Gli anni scorsi, con un certo anticipo, mi veniva davanti e mi diceva "pensa un po' cosa posso regalare alla mamma...", questa volta, non avendomi a portata di mano, me lo chiede per telefono...
Ho già perso un'occasione di regalo per mancanza di disponibilità nei negozi e non so cosa regalarle...e devo anche pensare per lui!!!

Mi sono riservata una notte e una mezza giornata per pensarci...e non è che sia qui con la mente piena di idee, diciamocela tutta...
Qualcosa mi è balenato...ma mi brucerei un'occasione che volevamo tenerci buona...
Vedremo...le vetrine ci ispireranno, vedremo fino a che punto...

Nel frattempo non realizzo ancora del tutto che martedì è Natale...il compleanno di Gesù...
Sembra ieri, quando le colleghe mi dicevano, ed era un anno fa, "Maria Chià, pensa che questo è il tuo ultimo Natale da nubile!"...

Com'è possibile che sia già passato un anno...
non lo so, ma è così. Anzi, lo so, ed è come è sempre stato.
E va bene.


PS NIENTE FOTO, BLOGGER NON COLLABORA...GGRRRRRR!


(PS INVECE, A DISTANZA DI 2 GIORNI, SONO RIUSCITA A POSTARE UAN FOTO DEL NOSTRO ALBERO DI NATALE...!!!)

Nessun commento:

TI FIDI DI ME?

...e questa può sembrare la famosa domanda che Jack rivolge a Rose sulla punta della prua del Titanic, quando volano per mano davanti all...