venerdì 15 giugno 2007

GIARDINO DOLCE GIARDINO


Sono ormai dieci anni che con la mia famiglia ci siamo trasferiti da Genova a Grottaferrata, sui Castelli Romani...

La casa di Genova ci è sempre piaciuta e, anzi, ci è capitato spesso di rimpiangerla per certi aspetti che quella attuale, pur nella sua bellezza e locazione migliore della precedente, non ha...

Ma si sa, come non esiste LA perfezione da nessuna parte e in nessuno in questo mondo, così nessuno avrà mai la casa perfetta.

Ogni casa, come ogni cosa, mancherà sempre di un dettaglio, un elemento, un qualcosa che, non avendolo, lo si riterrà indispensabile...e farà vedere "quella cosa" come imperfetta.

"E' bella, mi piace, però..."

Dicevo...la casa di Grotta ci piace e la sentiamo nostra...ma uno degli elementi che la rendono così piacevole da godere è il giardino.

Primo giardino della nostra vita (non è detto che sia l'ultimo, per i miei...e nemmeno per me!), è in questo momento dell'anno nel pieno del suo splendore.

Non dico che ci si potrebbe fare un giro con guida esperta in botanica...ma poco ci manca...!

Abbiamo anche n piccolo pezzo di prato con tanto si albero (che in autunno sfodera colori da fotografare -cosa che annualmente faccio!)...

Splende e risplende grazie soprattutto alla passione per il verde e il colorato dei fiori di mia mamma, la quale ogni tanto, a scadenze regolari, parte per lo shopping al vivaio...e agiunge un pezzo al mosaico...

Grazie, mamma, per questa tua passione!




















Nessun commento:

+33 *** SE UNA NOTTE D'INVERNO UN VIAGGIATORE *** ITALO CALVINO (o della fine del trentatreesimo libro nel 2017)

la prima definizione che mi viene da dare a Calvino e a questo libro è geniale . non ne trovo altre di più adeguate. solo che c'è un pr...