venerdì 18 agosto 2006

XIV GIORNO - Valigie


ore 17.00
eccoci nuovamente a fare le valigie, solo questa volta lo spirito è molto meno goliardico di due settimane fa, quando a quest’ora avevamo davanti la vacanza…piovosa, ma era ancora tutta da inventare e vivere.
If only I could turn back time, canta un gruppo inglese…in questo momento lo penso anche io, solo che tornare indietro col tempo non si può, così decido di accontentarmi di vedere ancora per mezza giornata questo meraviglioso panorama.
Oltre tutto (oltre il danno, la beffa, come dicono a Roma), oggi si è anche dipanata la giornata più calda e soleggiata da quando siamo qui; non abbiamo mai visto l’Alta Badia così inondata di sole per tutte queste ore come oggi.
Le giornate piovose prese, le poche gite fatte, a dispetto delle aspettative e dei programmi, il poco sole visto e preso (per cui necessiteremo tutti di qualche bagno di sole lungo i litorali laziali) e tutto il resto, hanno la loro importanza relativa, in confronto al rilassamento, all’aria pura, al pieno di natura fatto in queste settimane. Lo spirito, adesso, è come dicevo, relativamente debole, ma in fondo contento e ricaricato per il nuovo autunno che ci aspetta, che porterà chissà quante e quali novità.
In queste due settimane, più di una volta, scorrendo con lo sguardo le case traboccanti di fiori, rivestite di legno e circondate dai prati, ho provato a immaginare la mia vita qui, tra i valligiani altoatesini.
L’idea non mi è dispiaciuta affatto.
Mi piacerebbe vivere qui, avere una attività turistica, dove lavorare e state e inverno. Assicurerei una salute potente ai miei (speriamo) futuri figli e un tenore di vita certamente alto. Mi piacerebbe, solo non credo tale sogno si realizzerà mai, dal momento che non ci sono né i presupposti né i progetti per un trasferimento qui.
Mi limiterò a goderne nelle vacanze estive e perché no, invernali, per testare di persona le piste da sci dolomitiche e vedere live le vette innevate (nella stagione giusta perché lo siano!).

2 commenti:

bera05 ha detto...

Cara Maria Chiara, tutto passa! Cose belle e le cose meno belle (o almeno quelle che noi consideriamo meno belle!)

Il tutto passa è una fortuna! Te lo immagini stare sempre in vacanza...a godere dellle montagne e di tutto il resto? Dopo un po' diventerebbe una noia.
Mi sembra che un pensatore o scrittore, non ricordo, diceva che se passassimo la vita in vacanza tutto diventerebbe noioso come il lavoro!

Dai anche se c'è stato poco sole (così è la montagna) hai potuto leggere, dormire, riposare!

Un carissimo saluto.

berardo

nichi ha detto...

In Val di Fassa non ci sono mai stato, ma sono due anni che progettiamo una piccola vacanza li e puntualmente salta fuori l'imprevisto dell'ultimo momento.
Il tuo racconto non ha fatto altro che alimentare la mia voglia di andare da quelle parti.
Quante vie da percorrere.

BONO - CAN'T HELP FALLING IN LOVE

nonostante sia cresciuta con Bono, The Edge, Adam e Larry, meglio noti nell'universo mondo come U2, questa versione di Can't help fa...